In mille sugli spalti, c’era anche Landi. I Van Halen esaltano l’esuberante Weber

L'Unabotels si presenta per la prima volta al pubblico del PalaBigi con nuove divise, musiche e tifosi. Parte dell'incasso devoluta agli alluvionati dell'Emilia Romagna. Entusiasmo per le note di "Urlando contro il Cielo" e "Jump".

14 settembre 2023

L’Unabotels che si è presentata per la prima volta davanti al pubblico del PalaBigi nella sua nuova veste (tecnica e letterale visto che sono state sfoggiate le nuove divise) è stata motivo di festa per gli oltre 1000 tifosi sulle gradinate. Numero ragguardevole per il "vernissage" casalingo di inizio stagione, con la nota benefica della devoluzione di parte dell’incasso agli alluvionati dell’Emilia Romagna. L’evento, tornato dopo alcuni anni di stop, ha mostrato subito piacevoli novità musicali nel pregara, molto apprezzate dagli appassionati: il ritorno di "Urlando contro il Cielo", scritta dal Liga, all’ingresso della squadra sul parquet ha destato entusiasmo. Mentre le note della mitica "Jump" hanno fatto saltare tutti gli appassionati sulle gradinate, oltre che l’esuberante Weber sul campo. Inutile dire che si auspica l’accoppiata Ligabue-Van Halen per tutta la stagione. In parterre oltre alla proprietà a al gran completo guidata dalla presidente Veronica Bartoli, anche l’ex patron Stefano Landi; nella veste "di semplice tifoso e tale resterò", che però ha mostrato di apprezzare, all’unisono con il resto dei presenti, le "bombe" di Gallovay e l’estrosità di Weber. Il pubblico biancorosso ha incoraggiato spesso Faye, quando ha commesso qualche ingenuità o scontato la giovane età nelle attribuzioni dei contatti.

g.g.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su