La trattativa per il titolo di serie B1. Ferrara-Ozzano, avanti a piccoli passi. Il club di Maiarelli non molla la presa

Siamo arrivati alle ultime e decisive battute: a stretto giro di posta verranno svelate le carte. Qualche annuncio può arrivare già nella serata di domani con gli sponsor a Fossadalbero.

12 giugno 2024
Ferrara-Ozzano, avanti a piccoli passi. Il club di Maiarelli non molla la presa

Ferrara-Ozzano, avanti a piccoli passi. Il club di Maiarelli non molla la presa

Ultime questioni burocratiche da sistemare, ma la sensazione è che la trattativa tra Ferrara ed Ozzano per lo scambio di sede sia ormai avviata verso la conclusione più attesa da tutto l’ambiente biancazzurro. Lunedì pomeriggio c’è stato un incontro importante in città tra i due entourage, nel quale erano presenti anche avvocati e commercialisti, per dare un’occhiata ulteriore alle carte e venirsi incontro per capire le eventuali esigenze. La trattativa dunque prosegue, e siamo arrivati alle ultime e decisive battute: a stretto giro di posta verranno svelate le carte, e non è escluso che qualche annuncio possa arrivare già domani nella serata organizzata dalla società per ringraziare gli sponsor a Fossadalbero. I tempi infatti sono abbastanza stretti, il mercato è già in fermento e Ferrara dovrà cominciare a muoversi in fretta per costruire il roster: si ripartirà come noto dalla conferma di coach Benedetto, mentre l’organico sarà quasi completamente rivoluzionato tenuto conto dei contratti che il club estense andrebbe a sobbarcarsi in caso di trasferimento di sede ad Ozzano. Il lungo Filippini e l’ex capitano biancazzurro Cortese fanno parte del pacchetto di cui Ferrara si farebbe carico se la trattativa dovesse andare in porto, ma ciò non esclude la possibilità di trovare un accordo e concludere anzitempo il rapporto. Sarà una valutazione che andrà fatta una volta che arriverà il via libera definitivo, mentre è sicuro che non sarà Nacho Davico lo straniero di Ferrara per la prossima stagione: la guardia argentina ha firmato il rinnovo con la Gardonese fino al 2026, mettendo definitivamente a tacere le voci di un suo possibile addio. Il diesse Pulidori si era fatto vivo con il suo agente, ma non si è andati oltre un semplice sondaggio esplorativo e Davico resterà dunque in B2 sulla sponda bresciana. Un nome che potrebbe interessare è invece quello dell’ala classe 2003 Alessandro Ferrari, reduce da una buona stagione in B1 a Ravenna dove ha prodotto 9.1 punti e 5.2 rimbalzi in poco più di 24 minuti di utilizzo.

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su