Sella Cento al PalaDozza sfida la Fortitudo capolista

Basket A2: per Mecacci debutta il lungo Ladurner. Effe col dubbio Aradori

12 novembre 2023
Sella Cento al PalaDozza sfida la Fortitudo capolista

Sella Cento al PalaDozza sfida la Fortitudo capolista

Una delle partite più attese della stagione, all’interno di uno dei templi della nostra pallacanestro. E’ derby a Bologna: al PalaDozza (ore 18, dirigono Marco Attard, Costa e Di Martino) la Sella sfida la Fortitudo, nella nona giornata del girone rosso di Serie A2. Biancoblù ancora imbattuti e in vetta alla classifica, nonostante una partita in meno, che la squadra di Caja recupererà mercoledì a Udine. Tre vittorie e cinque sconfitte, invece, per la Benedetto di Mecacci, non certo fortunata in questo avvio di stagione, come testimoniano gli infortuni, prima quello di Bocevski e poi quello di Benvenuti (ginocchio, entrambi), che hanno reso ancor più complicato un cammino già di per se ricco di ostacoli. A sopperire all’assenza del lungo toscano, ci sarà Max Ladurner, centro classe 2001 arrivato in settimana da Trento, con già diverse esperienze in Serie A ed Eurocup e che oggi al ‘Madison’ di Piazza Azzarita farà il suo debutto in biancorosso. Dopo due successi esterni in tre partite, l’ultimo a Rimini all’inizio del mese, Cento pregusta lo sgambetto alla capolista, fin qui perfetta (sette su sette), per altro già riuscito per due volte nella passata stagione regolare. Il primo colpo al debutto del campionato 2223, 70-64 all’allora Milwaukee Dinelli Arena, con 22 punti e 9 rimbalzi di un sontuoso ‘Nique Archie, il secondo, ancor più prestigioso, il 22 dicembre: trionfo centese al PalaDozza 82-73, grazie ad un eroico Tomassini (34 punti), a regalare una notte e un Natale indimenticabile ai cuori biancorossi. A certificare, per l’ennesima volta, che nulla è impossibile, anche contro una Fortitudo fin qui schiacciasassi del girone, ma che nell’ultima in casa contro l’Assigeco di Saleri ha tremato, e non poco. Per fermare questa Bologna servirà però una partita pressoché perfetta, contro una squadra oggi miglior attacco e seconda difesa meno battuta del girone. A recitare il ruolo di ‘bomber’ c’è Pietro Aradori, con 20.3 punti di media, 4 rimbalzi e 2 assist, ma oggi in dubbio. Quest’anno, intrigante e bella da vedere anche la coppia di americani di cui dispone l’Aquila, Mark Ogden (15.9 punti e 8.9 rimbalzi) e Deshawn Freeman (15 e 8.4). Sugli esterni, occhio a Riccardo Bolpin (11.7 punti e 4 assist), a capitan Matteo Fantinelli (10.9 e 7.4), oltre all’ex Ferrara Panni. Completano il roster l’esperto Sergio, Alessandro Morgillo e Alberto Conti.

Giovanni Poggi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su