Calcio Eccellenza Toscana. Il diesse Aiazzi crede nell’Asta Taverne: "Puntiamo ad una salvezza tranquilla»

Il nuovo diesse Aleandro Aiazzi punta alla salvezza in Eccellenza con l'Asta, confermando mister Bartoli e alcuni giocatori, mentre Anselmi lascia. Lavori allo stadio in corso e apertura alla collaborazione con il Siena.

13 giugno 2024
Il diesse Aiazzi crede nell’Asta Taverne: "Puntiamo ad una salvezza tranquilla"

Il diesse Aiazzi crede nell’Asta Taverne: "Puntiamo ad una salvezza tranquilla"

"L’Asta si è affacciata adesso in Eccellenza, vuol rimanerci, vuol fare bene e il progetto a lungo termine mi ha invogliato": a parlare il nuovo diesse arancioblù Aleandro Aiazzi (nella foto) . "Siamo attesi da un campionato difficile – ha spiegato –, ancora più difficile con l’utilizzo di una sola quota, con squadre ostiche, anche più attrezzate, perché da più tempo in categoria. Ma noi abbiamo tutte le carte in regola: l’obiettivo è centrare una salvezza tranquilla, senza soffrire come l’anno scorso. Poi quello che verrà lo prenderemo, ma sempre tenendo un profilo basso". In panchina ancora mister Bartoli. "Conosco bene Stefano – ha affermato Aiazzi –, so chi è. E mi sembrava anche doveroso confermarlo dopo il mezzo miracolo che ha fatto". Confermati anche Jrad e Ceccatelli, mentre Anselmi ha salutato. "Niccolò ha deciso di cercare nuovi stimoli – le parole del ds –. Altri faranno lo stesso. Noi vogliamo solo gente motivata, con tanta voglia di fare. Ceccatelli l’ho avuto tre anni tra San Gimignano e San Donato Tavarnelle. Jrad è un ragazzo interessante, che può migliorare tantissimo". "Per quanto riguarda lo stadio – ha aggiunto –, la promessa è che i lavori del campo e della tribuna finiscano a ottobre. Il Siena? Avere una squadra della città tra i prof sarebbe importante. Con la Robur massima collaborazione: con Guerri siamo amici, ma non ci siamo ancora parlati, lo faremo".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su