Calcio serie D. Seravezza, che colpo. Il sogno continua

6 novembre 2023
Seravezza, che colpo. Il sogno continua

Seravezza, che colpo. Il sogno continua

CENAIA – Continua a volare ad ali spiegate nei cieli dell’alta classifica il Seravezza Pozzi che espugna anche il difficile campo della neopromossa Cenaia. In un match reso ancor più duro da vento e fango i verdazzurri riescono comunque a fare il blitz di misura non prendendo gol e massimizzando la rete su rigore dello specialista Benedetti, che entra a freddo dalla panchina al quarto d’ora della ripresa proprio per calciare il penalty appena fischiato (del quale altrimenti si sarebbe incaricato Camarlinghi che aveva già la pallo in mano per battere). La mossa di Amoroso ha pagato, col super bomber camaiorese (ieri ripartito fuori dopo esser tornato titolare nelle precedenti due gare di una settimana piena giocando dal primo minuto la domenica prima a Livorno risolvendo lui il match al “Picchi“ vinto 1-0 e poi mercoledì nell’1-1 interno col Figline) che ancora una volta risulta decisivo per le sorti verdazzurre. E con questi altri 3 punti (è la 7ª vittoria in 10 giornate di campionato, di cui 3ª affermazione esterna di fila dopo Livorno e Altopascio) il Seravezza si conferma al secondo posto in classifica nel girone E tosco-umbro della Serie D, alle spalle soltanto della Pianese capolista (che ha 2 punti in più dei versiliesi...ma con una gara in meno dovendo giocare il recupero col Livorno mercoledì 15 novembre).

Ieri Amoroso ha concesso nelle turnazioni un po’ di riposo a capitan Granaiola ed ai giovani Salerno e Brugognone oltre che a Benedetti. Terzino destro ha giocato il 2005 Bonafede mentre in mezzo al campo è toccato a Del Rosso (che ha risposto pure con una buona prestazione) fare le veci di Granaiola nella coppia mediana con Bedini (che è stato il capitano di giornata). Davanti il 2004 Loporcaro, Putzolu e Camarlinghi terzetto a ridosso del terminale offensivo Mugelli. Al centro della difesa dopo il riposo di mercoledì è tornato titolare Mannucci. Il match avrebbe potuto sbloccarlo Camarlinghi che nel primo tempo si è mangiato un gol a porta vuota. Poi nella ripresa ecco il rigore risolvi partita. Il Cenaia poi è rimasto in 10 per il doppio giallo a Simone Caciagli (ex Viareggio 2014).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su