Carrarese Conto alla rovescia per il calendario. Il 10 luglio la Lega effettuerà gli abbinamenti

Il campionato cadetto si preannuncia difficile e con grandi club pronti alla scalata in A. Ma gli azzurri sono pronti a dire la loro

di SALVETTI ALESSANDRO -
22 giugno 2024
Carrarese Conto alla rovescia per il calendario. Il 10 luglio la Lega effettuerà gli abbinamenti

Carrarese Conto alla rovescia per il calendario. Il 10 luglio la Lega effettuerà gli abbinamenti

Nonostante manchino ancora poco meno di due mesi al fischio d’inizio del prossimo campionato, la Serie B comincia già a far sentire il proprio profumo ai tifosi. L’assemblea di Lega B nelle scorse ore ha annunciato la data di pubblicazione del calendario della stagione 2024/2025 della serie cadetta: l’appuntamento è per il tardo pomeriggio di mercoledì 10 luglio a La Spezia, in piazza Europa. Allora la Carrarese conoscerà da dove e contro chi inizierà la sua nuova avventura in B e in che ordine affronterà le 19 avversarie, a partire dalla prima giornata del 16-18 agosto fino all’ultima a metà maggio del prossimo anno (data da definire). Rispetto all’ultima annata, il livello della seconda serie del calcio italiano si è leggermente abbassato, ma non per questo il campionato sarà meno competitivo, anzi.

La promozione in A di proprietà ricchissime come Parma, Como e Venezia e la contemporanea retrocessione dalla massima serie di Salernitana, Sassuolo e Frosinone, la caduta in Serie C di squadre storiche come Ternana e Ascoli (oltre a quelle di Feralpisalò e Lecco) e l’arrivo al loro posto di Carrarese, Juve Stabia, Mantova e Cesena, hanno infatti “appianato“ le differenze che c’erano invece fra le 20 compagini presentatesi ai nastri di partenza un anno fa. Granata, neroverdi e ciociari punteranno sicuramente all’immediato ritorno in Serie A, ma con mezzi (economici) più limitati rispetto a quelli di cui hanno avuto a disposizione ducali, lariani e lagunari. Anche Cremonese, Palermo, Sampdoria e Brescia ambiscono ad una promozione che manca da tempo: i grigiorossi l’hanno sfiorata quest’anno, cedendo solo in finale playoff contro gli arancioneroverdi, mentre rosanero, blucerchiati e Rondinelle devono lavorare tanto per migliorare il sesto, settimo e ottavo posto rispettivamente ottenuti nella stagione da poco conclusa.

A queste si aggiungono il Catanzaro – sorpresa della passata Serie B e intenzionata a replicare, cosa sempre molto difficile – e il Bari, che sta cercando di costruire una squadra competitiva per tornare in A 15 anni dopo l’ultima volta, partendo però da una formazione che a maggio è riuscita ad evitare la retrocessione solo ai playout. Per il resto, tante squadre ambiziose che hanno chiuso la stagione ‘23/‘24 a metà classifica e che da un lato sperano di alzare l’asticella, ma dall’altro hanno come obiettivo principale quello di mantenere la categoria. Gli azzurri e le altre tre neopromosse, quindi, potranno sicuramente dire la loro in un campionato che si preannuncia molto equilibrato e a cui nessuno si presenta come davvero imbattibile. Ricordiamo che da oggi La Nazione distribuirà in regalo un poster per celebrare la promozione in Serie B della Carrarese.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su