Carrarese Festa grande all’ultimo tuffo. Panico affossa la Spal, azzurri terzi da soli

Vittoria meritata per gli apuani contro una squadra che ha pensato solo a difendersi. Il gol da tre punti, di testa, è arrivato in pieno recupero

20 novembre 2023
Carrarese Festa grande all’ultimo tuffo. Panico affossa la Spal, azzurri terzi da soli

Carrarese Festa grande all’ultimo tuffo. Panico affossa la Spal, azzurri terzi da soli

CARRARESE

1

SPAL

0

CARRARESE (3-5-2): Bleve; Illanes, Di Gennaro, Imperiale; Zanon (67’ Cicconi), Della Latta, Zuelli (89’ Cerretelli), Palmieri, Belloni (75’ Raimo); Capello (75’ Simeri), Panico. A disp. Mazzini, Tampucci, Coppolaro, Cartano, Schiavi, Opoola. All. Dal Canto.

SPAL (4-3-3): Alfonso; Fiordaliso, Valentini, Bassoli, Tripaldelli; Puletto (73’ Celia), Carraro, Collodel (73’ Bertini); Rao (63’ Rosafio), Maistro, Orfei (63’ Antenucci). A disp. Meneghetti, Del Favero, Buscagin, Saiani, Dumbravanu, Parravicini, Angeletti, Deme. All. Colucci.

Arbitro: Sacchi di Macerata assistito da Masciale di Molfetta e Marchese di Napoli; quarto ufficiale Colelli di Ostia Lido.

Marcatori: 95’ Panico.

Note: spettatori 1827 per un incasso di 8889 euro; angoli 4-0; ammoniti Imperiale, Bertini, Zuelli, Panico; recupero 0 + 6’.

CARRARA – Terza vittoria consecutiva per la Carrarese che sale al terzo posto solitario del girone scavalcando il Perugia. E’ il terzo successo per 1-0, il terzo ’targato’ Panico. Contro gli estensi, però, c’è voluto l’ultimo minuto di recupero per riuscire a portarla a casa. Gli azzurri hanno attaccato per tutto il match rimanendo costantemente nella metà campo avversaria. La Spal, falcidiata dalle assenze, è scesa in campo a Carrara con un 4-3-3 inedito con Antenucci in panchina e capitan Maistro ’falso nueve’. Una formazione che al di là dello schieramento non ha creato nulla dal punto di vista offensivo.

Il primo tiro al 14’ è stato di Panico che di testa ha alzato sopra la traversa un cross di Belloni. Un minuto dopo all’attaccante napoletano è stato annullato un gol per fuorigioco su sponda aerea di Della Latta. Stessa combinazione al 20’ col capitano che ha pescato Panico in area: stop e rovesciata di poco a lato. La miglior occasione di frazione è arrivata, però, al 36’ quando su un batti e ribatti in area a seguito di un corner Capello si è vista deviata la conclusione ravvicinata dal portiere.

La ripresa si è svolta sugli stessi binari: Carrarese in pressione costante e Spal tutta dietro. Nel primo quarto gli apuani sono andati ripetutamente al tiro. Ci ha provato due volte Capello, di piede dal limite, ma senza trovare lo specchio della porta e poi Panico di testa, anche qui senza precisione. La Spal nell’ultima mezzora ha retto bene e la partita a quel punto sembrava incanalata sullo 0-0. Ma tutto si è deciso al 95’ (sei i minuti di recupero concessi) quando Cicconi su bel lancio del portiere Bleve, è entrato in area da sinistra saltando un uomo e di esterno ha messo al centro per il colpo di testa vincente della punta campana. Panico è esploso di gioia e con lui tutta la squadra e lo stadio dei Marmi.

Gianluca Bondielli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su