Cori e luci in tribuna per ricordare Savelli

Gli ultras del settore Gradinata Nord dello stadio Mannucci hanno organizzato una commemorazione toccante per ricordare il loro capo, Diego Savelli, scomparso prematuramente un anno fa. La famiglia Savelli ha ringraziato tutti per la partecipazione alla celebrazione.

14 settembre 2023
Cori e luci in tribuna per ricordare Savelli

Cori e luci in tribuna per ricordare Savelli

Emozionante, molto emozionante. E’ stata una commemorazione davvero toccante quella organizzata martedì sera dagli ultras granata della Gradinata nord Diego Savelli per ricordare il loro riconosciuto capo, Diego Savelli appunto, scomparso prematuramente (aveva 41 anni) esattamente il 12 settembre di un anno fa. Ben trentacinque torce che emettevano luce color granata hanno illuminato la "casa" degli ultras pontederesi, ossia il settore di gradinata nord dello stadio Mannucci, dedicato a Savelli già pochi giorni dopo la tragedia e da un paio di mesi arricchito di un murales con scritto: "Diego vive". L’effetto scenico, unito a cori e canti pro-Diego, è stato da brividi, sicuramente quelli che hanno provato, perché presenti, il babbo Mario, la mamma Maria (che compie gli anni proprio il giorno della scomparsa del figlio) e la sorella Giulia con il piccolo Mattia. Una famiglia devastata da un dolore atroce, ma che ha comunque trovato la forza di ricordare tutti. "Possiamo solo ringraziare questi ragazzi – ha detto Mario Savelli con la voce distrutta – che sono stati veramente eccezionali. Con il loro modo di fare, con le loro iniziative cercano di rendere meno dura questa perdita. E il fatto che dimostrino quanto bene volevano a Diego significa che nostro figlio ha lasciato anche un’impronta positiva tra gli ultras. Ma non solo, perché ho visto la partecipazione anche di persone che pur non avendo niente a che fare con il mondo ultras hanno ricordato Diego in maniera favorevole. Il nostro ringraziamento è esteso a tutti, dal sindaco Matteo Franconi all’Us Pontedera, disponibile ad aprire lo stadio per consentire questa celebrazione, ad ogni tifoso, dal più grande al più piccolo. Grazie di cuore".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su