Esame in casa della capolista. C’è da risalire la china, Tolentino chiamato a una prova d’orgoglio contro l’Urbino

Il Tolentino affronta la trasferta in casa della capolista Urbino dopo il derby perso e una settimana di cambiamenti nell'organico. Una sfida difficile per i cremisi che cercano di reagire con le loro qualità tecniche e agonistiche. L'Urbino ha il miglior attacco del girone con 14 reti segnate.

12 novembre 2023
C’è da risalire la china, Tolentino chiamato a una prova d’orgoglio contro l’Urbino

C’è da risalire la china, Tolentino chiamato a una prova d’orgoglio contro l’Urbino

Per il Tolentino non è certamente il momento migliore per affrontare la trasferta in casa della capolista Urbino, però il calendario dell’Eccellenza propone ai cremisi questa difficile sfida dopo il derby perso in casa con la Maceratese e al termine di una settimana in cui c’è stato un altro piccolo "terremoto" nell’organico. Siamo alla decina giornata di andata e il match è già un testa-coda, dal momento che il Tolentino è penultimo (con soli 6 punti all’attivo), mentre l’Urbino è primo, da solo, con 19 punti e una partita da recuperare. Insomma, davvero un brutto cliente. Il rovescio della medaglia potrebbe essere quello legato agli stimoli che un incontro del genere può offrire a tutta la squadra cremisi, chiamata a una reazione d’orgoglio – sia come gruppo, sia a livello individuale – per risalire la china dimostrando le proprie qualità tecniche e agonistiche. L’allenatore Possanzini ha convocato tutti i giocatori a disposizione, compreso Frulla, le cui condizioni fisiche però non sono ancora al meglio. Nessun giocatore è fermo per squalifica. Non ci sono, però, Petrucci e Storani, i quali hanno lasciato il Tolentino nei giorni scorsi. Quest’ultimo è approdato allo Spoleto, formazione del campionato d’Eccellenza umbro. È lecito credere che, alla luce di queste partenze, presto arrivino dei rinforzi in casa del Tolentino, in particolare per rinforzare centrocampo e attacco. Staremo a vedere, intanto la testa della squadra resta concentrata sull’Urbino che vanta il miglior attacco del girone con 14 reti segnate in 8 gare (come il Chiesanuova in 9 gare).

m. g.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su