Fosso, bicchiere mezzo pieno

I metaurensi tornano con l’amaro in bocca. Ma con Chieti non è mancata la grinta .

7 novembre 2023
Fosso, bicchiere mezzo pieno

Fosso, bicchiere mezzo pieno

Dopo 9 risultati il Fossombrone ha assaporato l’amaro della sconfitta. È successo in quel di Chieti ma stando alle cronache e a chi alla partita c’era, gli uomini di mister Fucili non sono stati inferiori sul piano del gioco rispetto all’avversario e hanno anche da recriminare su qualche decisioni della terna arbitrale. "La gara è partita subito in salita, con la concessione di un rigore dopo pochi minuti causa un mani in area, ma non è stato usato lo stesso metro di giudizio poco dopo a nostro favore- osserva il giorno dopo mister Michele Fucili-. Nel secondo tempo siamo ripartiti bene e dopo aver pareggiato con un gol di Palazzi, dal possibile vantaggio sulla botta di Fagotti sventata dal loro portiere sul ribaltamento abbiamo commesso una ingenuità e siamo stati puniti. Poi il 3 a 1 con un gran gol da fuori del loro giocatore ha indirizzato la gara ma fino alla fine ci abbiamo provato e l’abbiamo riaperta troppo tardi con Battisti. Sapevamo che sarebbe stata dura, il rammarico è aver preso il secondo gol nel nostro miglior momento. Ora subito testa alta e incominciamo a pensare alla prossima partita". Il dg Marco Meschini aggiunge: "Sconfitta che brucia perché abbiamo fatto la nostra solita prestazione, abbiamo preso nel nostro momento migliore purtroppo per cui siamo molto rammaricati e dispiaciuti, detto ciò affrontavamo una squadra blasonata in un ambiente caldo e con ottimi singoli che negli episodi hanno fatto la differenza. Ora oggi ci riposiamo (ieri) perché dobbiamo ripartire più carichi che mai nel preparare al meglio la sfida con l’Aquila". Autore del secondo gol del Fossombrone e di una bella prestazione l’attaccante Tommaso Battisti: "Sapevamo che partita ci aspettava, intensità ed aggressività altissime fin dal primo minuto. Il rigore ad inizio partita ha reso il tutto ancora più difficile, ma siamo stati bravi a prendere fiducia e a fare la nostra gara. Abbiamo concluso il primo tempo in crescendo e non a caso nella ripresa abbiamo reagito trovando il pareggio e un paio di occasioni da gol per andare in vantaggio. Dopo il doppio svantaggio non abbiamo comunque smesso di crederci, di giocare e di proporre gioco fino all’ultimo minuto, trovando il gol del 3 a 2. Usciamo comunque a testa alta, consapevoli sia delle tante cose buone fatte ma anche degli errori commessi. Dobbiamo essere bravi a reagire immediatamente, pensare alla prossima battaglia, supportati dai nostri fantastici tifosi". A proposito i fantastici ragazzi del ‘Botty’ Club anche domenica all’Angelini di Chieti non hanno fatto mancare il loro incitamento.

Amedeo Pisciolini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su