Gli azzurri non riescono a recuperare lo svantaggio. Arbitro ingoia ape: stop di 9 minuti. Poi la Sangiovannese va al tappeto

Nonostante l’ottima gara il Follonica Gavorrano passa. Quante recriminazioni. per Bencivenni e soci.

13 novembre 2023
Arbitro ingoia ape: stop di 9 minuti. Poi la Sangiovannese va al tappeto

Arbitro ingoia ape: stop di 9 minuti. Poi la Sangiovannese va al tappeto

FOLLONICA GAVORRANO

1

SANGIOVANNESE

O

FOLLONICA GAVORRANO (4-2-3-1): Filippis; Botrini, Ampollini, Brunetti, Ceccanti; Masini (7’ st Barlettani), Pignat; Grifoni (31’ st Souare), Modic (12’ st Origlio), Marcheggiani (12’ st Regoli); Pino (45’ st D’Agata). A disp: Bianchi, Giovannucci, Mezzasoma, Bellini. All. Masi

SANGIOVANNESE (4-3-1-2): Barberini; Di Rienzo, Rosseti (16’ st Massai), Farini, Simonti; Nannini (45’ st Disegni), Sacchini, Baldesi (42’ st Campo); Senesi (20’ st Harti); Iaquinta (20’ st Regolanti), Zhar. A disp: Timperanza, Borgogni, Disegni, Ratti, Romanelli. All. Bencivenni

Arbitro: Coppola di Castellammare di Stabia (Laurieri di Matera e Chiarillo Moliterno).

Rete: 12’ st Ampollini

Note: spettatori 200 circa. Ammoniti: Modic, Botrini, Nannini, Origlio, Barlettani.

BAGNI DI GAVORRANO – Non è bastata la migliore Sangiovannese della stagione per uscire indenne da Gavorrano. Troppo sciupona la formazione di Gabriele Bencivenni, che si è arresa ad una rete maturata nei primi minuti del secondo tempo che ha di fatto deciso la partita, che è stata sospesa, per circa nove minuti, dal direttore di gara che, incredibilmente, aveva ingoiato un’ape dopo pochi minuti dal via della seconda frazione. Un caso più unico che raro risoltosi però al meglio. Le due formazioni si ritrovano a distanza di un mese scarso, in Maremma, dopo la gara dello scorso 18 ottobre valida per la Coppa Italia che ha premiato in zona Cesarini i ragazzi di Marco Masi. Follonica Gavorrano che sceglie il 4-2-3-1, Bencivenni risponde con il consueto 4-3-1-2 recuperando Nannini a centrocampo e lanciando dal primo minuto l’attaccante Iaquinta viste le precarie condizioni di Regolanti.

Si gioca al prospetto di una giornata nuvolosa e di fronte a pochissimi spettatori con buona rappresentanza valdarnese.

Nei primi 45 minuti è una partita assolutamente equilibrata, la forza dei locali viene contrastata senza problemi da parte della Sangiovannese che difetta, però, nel reparto offensivo. È proprio la squadra di Bencivenni che costruisce due palle da goal importanti, entrambe orchestrate dal duo Zhar-Senesi col primo a crossare e Il classe 2005 e di testa non centra il bersaglio grosso. Due azioni fotocopia, praticamente. Il Follonica Gavorrano si vede soltanto nel finale quando la punizione dell’aretino Grifoni, da buona posizione, va sul fondo. Ad inizio secondo tempo gioco l’episodio dell’arbitro già descrito più sopra e dopo 12 minuti, da un calcio d’angolo, Ampollini sale dalle retrovie e di testa mette nel sacco.

La formazione ospite non si arrende, sciupa due che clamorose occasioni con Regolanti solo davanti all’estremo maremmano e, proprio nei minuti di recupero, butta al vento un’altra opportunità che poteva dare giustizia a una partita che l’11 azzurro ha sicuramente ben giocato. Non è purtroppo bastato ai fini del risultato finale, un’altra domenica amara per la formazione delle presidente Giovanni Serafini.

Massimo Bagiardi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su