Il capitano Bianchi. "Sono orgoglioso di quanto fatto all’Artemio Franchi»

Tommaso Bianchi, capitano della Robur Siena, parla dell'iniziativa di pulizia del Franchi e della pressione per vincere il campionato. Un'azione che ha contribuito a creare un legame più stretto con la città e la tifoseria.

11 novembre 2023

Il capitano bianconero Tommaso Bianchi è tronato sull’iniziativa che ha visto protagonista la Robur mercoledì pomeriggio: la pulitura delle parti esterne del Franchi. "Un’iniziativa della quale sono molto orgoglioso – ha affermato a Tmw – ha contribuito a creare un legame ancora più stretto con la città e la tifoseria. Ha anche lanciato un segnale forte: far capire quanto come squadra, staff tecnico e società, teniamo alla nostra casa: perché lo stadio, anche se dentro non possiamo ancora entrarci, è casa nostra. In mezzora, solo fuori, abbiamo raccolto 8-9 sacchi di rifiuti: è stato un colpo al cuore vedere un simbolo sportivo della città ridotto così, e non oso immaginare come sia dentro. E’ un peccato, perché è uno dei campi più belli di Italia". Sul campionato. "La pressione c’è perché siamo il Siena, la formazione da battere – ha detto Bianchi –. Ma ce la mettiamo anche da soli: vogliamo seriamente provare a vincerle tutte, consapevoli però che contro di noi gli avversari danno tutti più del massimo, anche per mettersi in mostra. Gare semplici non ce ne sono: ci sono giocatori di talento e anche il livello fisico è molto buono. Temevo l’aspetto mentale, ma l’approccio è stato giusto, dobbiamo solo continuare così".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su