Il Montevarchi conferma Calori. Ma a Ponsacco non può sbagliare

Dopo tre sconfitte di fila i rossoblù domani in Valdera per un recupero cruciale in chiave salvezza

14 novembre 2023
Il Montevarchi conferma Calori. Ma a Ponsacco non può sbagliare
Il Montevarchi conferma Calori. Ma a Ponsacco non può sbagliare

di Giustino Bonci

MONTEVARCHI

Non c’è tempo per filosofeggiare dopo la terza sconfitta consecutiva, anche perché già domani il Montevarchi dovrà tornare in campo per affrontare il recupero di Ponsacco (ore 14.30). Una gara difficilissima sul piano ambientale, in uno stadio dalla tifoseria "calda", ma resa ancora più ostica dal fatto che allo stato attuale è uno scontro play-out e per giunta i pisani, penultimi con 5 punti insieme al Cenaia, non ne hanno conquistato neanche uno tra le mura amiche. Eppure bisogna tornare gioco forza sul ko con la Pianese e sul fatto che il Brilli Peri, aldilà della superiorità evidente della capolista, sta diventando terra di conquista. Lo hanno violato anche Seravezza e Ghiviborgo. Diverse le ragioni del momento negativo dell’Aquila, pur se il principale resta la completa rifondazione del gruppo, rinnovato dopo la retrocessione dalla Lega Pro e ancora a caccia dell’intesa. Poi gli infortuni, recenti o pregressi, che hanno privato cammin facendo allenatore e staff di giocatori, in teoria, determinanti e, in più di un caso, chiamati a prendere per mano i tanti under promossi nella formazione maggiore in linea con la filosofia societaria. Le assenze, per affinare l’amalgama e disputare un torneo di buon livello, con l’obiettivo di valorizzare i talenti del vivaio, non hanno certo aiutato, sebbene fino a una ventina di giorni fa e alla netta vittoria del 22 ottobre con il Poggibonsi, i rossoblù parevano aver imboccato la strada giusta, mostrando progressi evidenti nel gioco e nell’incisività. E l’involuzione di risultati e, a tratti, di determinazione agonistica, comincia a preoccupare, tanto che Spurio e compagni, ora al sestultimo posto, non possono permettersi di fallire la trasferta in casa dei Mobilieri, saltata per il maltempo il 5 novembre, e quella di domenica prossima a Forte dei Marmi con il Real Querceta, fanalino di coda del girone. E’ indispensabile riprendere la marcia in attesa che l’infermeria si svuoti e del mercato di dicembre. Sì, perché il pregio della dirigenza aquilotta è sempre stato quello di correre ai ripari e di sicuro lo farà anche stavolta. Oltretutto alcuni giocatori non hanno reso secondo le aspettative e paiono destinati a svestire la casacca montevarchina. Nel frattempo Simone Calori, che per le defezioni a raffica non può schierare mai la stessa squadra per due giornate di seguito, ha commentato in questi termini il periodo avverso: "Chi non segue da vicino le nostre vicende non riesce a comprendere bene la situazione, Siamo in deficit di organico e non ci alleniamo in maniera corale come vorremmo. Con la Pianese, tuttavia – ha proseguito il mister – abbiamo giocato a lungo alla pari e ci hanno punito gli episodi. Al cospetto, peraltro, di un avversario che davanti ha un arsenale e ti può far male in qualunque momento. Dobbiamo analizzare le cose con realismo. Fino a pochi giorni fa eravamo diventati dei fenomeni e adesso non siamo dei brocchi. Occorre mantenere equilibrio, personalmente, ci provo, consapevoli che le due gare alle porte saranno decisive".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su