Il Seravezza Pozzi. La trappola Cenaia per la banda Amoroso

Il Seravezza Pozzi affronterà in trasferta il neopromosso Cenaia con l'obiettivo di riscattarsi dopo la sconfitta di mercoledì. Il tecnico Christian Amoroso spera di "cavalcare l'onda lunga del momento positivo". Mannucci e Putzolu dovrebbero rientrare fra i titolari. Arbitro Branzoni di Mestre.

5 novembre 2023
La trappola Cenaia per la banda Amoroso

La trappola Cenaia per la banda Amoroso

Trasferta allo stadio “Favilli-Pennati” per il Seravezza Pozzi che questo pomeriggio alle 14.30 affronterà il neopromosso Cenaia sul proprio difficile campo. Gli arancioverdi mercoledì nel turno infrasettimanale hanno perso male a Gavorrano (4-0) e dunque vorranno subito riscattarsi specialmente sul favorevole terreno amico. Ma il Seravezza da par suo non vuole fermarsi. La scalata nella parte alta della classifica i verdazzurri vogliono proseguirla "cavalcando l’onda lunga del momento positivo" come ha sottolineato il tecnico Christian Amoroso.

Per l’occasione a livello di formazione è pressoché sicuro il rientro fra i titolari del difensore centrale Mannucci che mercoledì ha riposato. Oggi si riprenderà il suo posto al centro della difesa accanto al 2003 Coly (con Lopez Petruzzi che tornerà in panchina). Da valutare il rientro dal primo minuto pure di Putzolu sulla trequarti campo: il numero 5 dei versiliesi mercoledì è subentrato nella ripresa ma la sua partita era durata appena una ventina di minuti poiché colpito duro alla fronte. Il sanguinante taglio però è stato riparato e Putzolu, forse con una fasciatura stile “turbante”, dovrebbe giocare dall’inizio, con Mugelli in panchina dato che gli altri tre dell’attacco (il 2005 Brugognone e lo straripante Camarlinghi larghi e bomber Benedetti come terminale principe) sembrano al momento intoccabili, così come i terzini 2004 Salerno ed Ivani e la scafata cerniera mediana composta da Bedini e da capitan Granaiola.

Cenaia-Seravezza sarà arbitrata dal fischietto Vittorio Umberto Branzoni della sezione di Mestre, coadiuvat dagli assistenti di linea Simone Iuliano di Siena e Thomas Jordan di Firenze.

Probabile formazione (4-2-3-1): 1 Lagomarsini; 2 Salerno (2004), 28 Mannucci, 30 Coly (2003), 8 Ivani (2004); 21 Bedini, 4 Granaiola; 7 Brugognone (2005), 5 Putzolu (11 Mugelli), 10 Camarlighi; 9 Benedetti.

Simone Ferro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su