Il Siena riparte dalla Fortis Juventus. Magrini: "Sfruttiamo l’esperienza"

L'allenatore della Robur Siena, Lamberto Magrini, ha deciso di abbracciare il progetto della squadra bianconera con fiducia, confidando nella sua esperienza e nell'aiuto dei giocatori più navigati. Magrini ha intenzione di spingere sull'acceleratore e di portare la squadra tra i professionisti.

17 settembre 2023
Il Siena riparte dalla Fortis Juventus. Magrini: "Sfruttiamo l’esperienza"

Il Siena riparte dalla Fortis Juventus. Magrini: "Sfruttiamo l’esperienza"

Ha deciso di abbracciare il progetto Robur perché ama il calcio, perché Siena è una piazza importante in cui è stato spesso a vedere partite, "almeno una cinquantina", una tra le squadre che hanno giocato più partite in serie professionistiche: oggi, Lamberto Magrini (nella foto), sulla panchina bianconera ci è seduto e, per quanto sappia che il cammino, almeno inizialmente, sarà costellato di difficoltà, ha totale fiducia nei suoi ragazzi: "Sono qua perché la società mi ha chiesto di riportare la Robur tra i professionisti. In carriera ho vinto due campionati di fila, tre mai, magari questa è la volta buona".

"I primi giorni di lavoro sono stati in salita perché abbiamo lavorato soltanto con ragazzi giovani, in attesa che i i più esperti dessero la disponibilità – ha spiegato il mister –. Poi da mercoledì gli allenamenti sono stati più intensi, anche se ovviamente la condizione fisica, a livello individuale, non è al top. Oggi, infatti, quando le energie verranno meno, dovremo essere bravi a saper gestire, perché la squadra intelligente capisce le situazioni: dovremo soprattutto sfruttare l’esperienza dei giocatori più navigati, che si sono messi da subito a disposizione con grande umiltà, dando una mano ai più giovani, calandosi nella categoria: ho fatto loro i complimenti, sono arrivati uomini ancor prima che calciatori.". Il Romanelli è un "campaccio".

"La Fortis Juventus è una squadra piuttosto giovane, sono andato a vederla a Foiano – afferma Magrini –: dovremo essere bravi a spingere da subito sull’acceleratore, perché, vista proprio la minore esperienza, potrebbe sfiduciarsi, come è successo domenica scorsa". La Robur, poi, sarà sempre la squadra da battere. "E’normale, siamo una nobile decaduta, ma questo non mi preoccupa". Al suo fianco ci sarà Gill Voria. "Sta andando benissimo – dice Magrini – è un uomo di calcio, un ragazzo che sa bene cosa significa vestire la maglia del Siena. Cosa che ho cercato di far capire subito a tutti. Io con i miei collaboratori non ho mai avuto problemi, sono una persona chiara e disponibile". "Per quanto riguarda il modulo – chiude – in carriera li ho provati un po’ tutti, ma sì il 4-3-1-2 mi piace. Anche se come dico sempre non è il sistema di gioco che fa vincere m la mentalità. Per quanto riguarda l’organico, potrebbero arrivare degli innesti in difesa, in attacco, un under, e in porta un under".

Angela Gorellini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su