Il tecnico Magrini: "Sono soddisfatto. Non abbiamo concesso davvero nulla"

Il Siena ha superato la Colligiana in una partita che si è incanalata nella loro direzione dopo neanche dieci minuti. Il tecnico Lamberto Magrini è soddisfatto dei ragazzi che hanno dato l'anima, come dimostrato dalla doppietta di Candido. La squadra sta crescendo e acquisendo fiducia.

di ANGELA GORELLINI -
12 novembre 2023
Il tecnico Magrini: "Sono soddisfatto. Non abbiamo concesso davvero nulla"

Il tecnico Magrini: "Sono soddisfatto. Non abbiamo concesso davvero nulla"

E’ stata "una prova di forza", quella del Siena: i bianconeri hanno superato la Colligiana senza patemi in una partita che si è incanalata nella loro direzione dopo neanche dieci minuti. "Per noi è stato un test importante – ha detto il tecnico Lamberto Magrini –, contro una buona squadra con individualità di spessore per la categoria. Nella ripresa siamo un po’ calati, ma è stata una bella gara sotto ogni aspetto. Agli avversari non abbiamo concesso nulla nel primo tempo, poco nel secondo, mentre noi abbiamo creato diverse occasioni. Non si può non essere soddisfatti di questi ragazzi".

Eppure il campo non ha certo facilitato la manovra. "Era scivoloso e allentato – ha affermato il mister –, nonostante questo abbiamo tessuto buone trame di gioco. Questo significa che la squadra sta crescendo, acquisendo fiducia. Ovvio che allungare di volta in volta il numero delle vittorie diventi sempre più difficile, ma i ragazzi mi danno garanzie: è uno spettacolo vederli allenare, danno tutti l’anima, come in partita: Cavallari, oggi, ha subìto una distorsione alla caviglia alla fine del primo tempo, ma ha stretto i denti fin che ha potuto. Ecco lo spirito di questo gruppo".

Candido, con una doppietta, ha ripagato la fiducia di Magrini. "E’ un ragazzo eccezionale, ha un’ottima tecnica, sa cucire il gioco tra centrocampo e attacco, è forte palla al piede, è di un’altra categoria, mi piace tantissimo. Interpreta bene il ruolo: è un trequartista nato. Si è scambiato spesso con Masini? Abbiamo giocatori che possono ruotare in mezzo al campo, questo permette loro di essere sempre al posto giusto, mantenere gli equilibri ed evitare imbarcate. Cosa che è successa, per esempio, con la Fortis Juventus, all’esordio: da quella partita siamo cresciuti tantissimo e sono convinto che abbiamo ancora margini". I numeri parlano. "Questa è la quarta vittoria consecutiva e anche la quarta giornata che non subiamo gol – ha sottolineato Magrini –. Anche i centrali di difesa, che nelle prime partite avevano qualche calo di attenzione soprattutto nei minuti finali, adesso sono sempre molto concentrati. Achy? Ha giocato 5 minuti, ma è entrato bene". Sull’arbitraggio il mister ha preferito "non parlare". Sulla sua squadra, invece, ha speso altre belle parole. "No, non c’è niente che non mi soddisfa – ha chiuso –. Vedere i ragazzi allenarsi mi trasmette tranquillità. Hanno tutto, forza fisica, qualità, testa. Dovremo semmai riuscire a sfruttare meglio le palle inattive, ma il calcio è fatto anche di momenti. Dovremo anche migliorare nella gestione nella zona centrale del campo".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su