La strada del Grifone. Vittoria e clima di delusione

Il pomeriggio allo stadio "Zecchini" è stato caratterizzato da applausi, premiazioni e dichiarazioni del direttore generale Filippo Vetrini sulla calunnia nei confronti del patron Gianni Lamioni. La vittoria sudata contro il Ghiviborgo ha permesso ai biancorossi di mister Bonuccelli di restare nella zona che conta, ma la calunnia non è stata contrastata.

14 novembre 2023
La strada del Grifone. Vittoria e clima di delusione

La strada del Grifone. Vittoria e clima di delusione

Il pomeriggio allo stadio "Zecchini" domenica era iniziato tra gli applausi con la premiazione di Cretella e Sabelli avvenuta nell’ambito del concorso "Biancorosso dell’anno" ideato da Grosseto Sport. Purtroppo, poi, il pomeriggio si è concluso con le dichiarazioni del direttore generale Filippo Vetrini relative alle "maldicenze che vengono dette in città nei confronti del patron Gianni Lamioni", affermazioni che hanno raggelato l’entusiasmo della tifoseria già pronta a festeggiare le "Giornate biancorosse" organizzate in occasione del primo anniversario dell’arrivo di Lamioni alla guida della società biancorossa. E a proposito della calunnia ci permettiamo di dare un suggerimento pratico al di là delle solite parole di solidarietà e di vicinanza che, però, lasciano, come putroppo è dimostrato, il tempo che trovano. Per debellare la calunnia esiste un sistema pratico, che richiede tanto coraggio, che è quello di risalire alla fonte. Questo è l’unico sistema pratico di contrasto alle voci di maldicenza e di calunnia. E così anche la vittoria sudata, ma meritata, ottenuta in pieno recupero contro il temibile Ghiviborgo non è stata gustata nel modo giusto. Comunque sono arrivati i tre punti che permettono ai biancorossi di mister Bonuccelli di restare attaccati alla zona che conta considerate anche le vittorie delle dirette rivali.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su