L’Imolese non trova pace. Via Altomonte e Bratz

Calcio serie D Il club ha comunicato la revoca dell’incarico a presidente e vice. Di Benedetto e Savini rassicurano sulla stabilità societaria: "Tifosi, state tranquilli".

di GIOVANNI POGGI -
10 novembre 2023
L’Imolese non trova pace. Via Altomonte e Bratz

L’Imolese non trova pace. Via Altomonte e Bratz

Prima in classifica dopo 10 giornate e migliore difesa del girone. Due primati condivisi con Ravenna, a braccetto coi rossoblù lassù, in vetta. Ma a oscurare in parte il momento d’oro dei ragazzi di D’Amore, protagonisti fin qui di un cammino praticamente perfetto (una sconfitta in 13 partite tra campionato e coppa), è ciò che è accaduto all’interno della società: una vera e propria rivoluzione. "Imolese Calcio 1919 comunica con effetto immediato la revoca dell’incarico di presidente a Domenico Altomonte e di vice presidente a Marion Bratz. La decisione della governance della società si rende necessaria in quanto non verificatesi le condizioni necessarie e le promesse fatte da Altomonte. La società agirà per vie legali al fine di accertare nelle sedi opportune quanto successo. Imolese Calcio 1919 rassicura tutti i tifosi sulla stabilità della società che vedrà protagonisti Sandro Di Benedetto e Ulisse Savini, come fino ad ora è stato". Questo il comunicato trasmesso dal club nella mattinata di ieri che, di fatto, mette alla porta Altomonte e Bratz, presidente e vice del club, almeno fino a qualche ora fa. E’ durato 113 giorni il mandato di Altomonte alla guida dell’Imolese: dal 19 luglio, giorno della sua presentazione ufficiale al Bacchilega, al fianco del sindaco Panieri e di Ulisse Savini, al 9 novembre, data che ha sancito la fine del rapporto, con la società che, come si legge nella nota, "agirà per vie legali", come a chiarire che questa storia non si chiuderà certo qui. E pensare che le idee di Altomonte, come annunciato da lui stesso a luglio, erano ben altre: "Il progetto sarà almeno triennale, importante, in cui crediamo con forza", raccontava così alla città e ai tifosi. Questi ultimi, all’indomani dello scossone societario, nuovamente preoccupati per le sorti dell’Imolese, pur in un momento in cui la squadra, sul campo, sta ottenendo eccellenti risultati. Sono però gli stessi Di Benedetto e Savini a rassicurare la piazza, "i tifosi possono stare tranquilli", hanno assicurato entrambi: toccherà a loro due da oggi in poi portare avanti l’Imolese.

Ulteriori sviluppi seguiranno nei prossimi giorni, mentre il gruppo di D’Amore è già al lavoro per preparare la sfida casalinga contro Sant’Angelo, fissata per domenica (ore 14.30) al Galli. All’impegno di campionato contro i lombardi, quattordicesimi in classifica con 10 punti pari al Mezzolara e reduci da due ko consecutivi contro Forlì e Progresso, seguirà quello in coppa contro il Corticella.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su