Lucchese: la trasferta di Cesena. Staffetta in vista tra Guadagni e Rizzo Pinna

Gorgone dovrebbe partire con l’"ex" della Recanatese titolare, pronto a sostituirlo in corso di gara domenica al "Manuzzi"

17 novembre 2023
Lucchese: la trasferta di Cesena. Staffetta in vista tra Guadagni e Rizzo Pinna

Lucchese: la trasferta di Cesena. Staffetta in vista tra Guadagni e Rizzo Pinna

La Lucchese, che sarà di scena domenica pomeriggio all’"Orogel-Manuzzi", potrebbe approfittare del fatto che il Cesena si è messo nelle gambe i 90’ del recupero di Chiavari contro l’Entella, ma che, soprattutto, sarà privo del bomber Corazza che sconterà l’ultima delle tre giornate di squalifica e di Kargbo e Shpendi, impegnati con le rispettive nazionali: il talentuoso Shpendi con la Under 21 albanese; l’attaccante con la nazionale maggiore della Sierra Leone. E’ vero che il Cesena dispone di una "rosa" molto ampia, però è fuori di dubbio che, senza Corazza, Shpendi e Kargbo e dopo le fatiche di Chiavari, Toscano avrà a disposizione una sola punta: l’italo-nigeriano Roberto Ogunseye.

Sta sicuramente meglio Gorgone che, pur senza gli infortunati Visconti e Fedato, avrà tutti gli altri a sua disposizione. Alla luce delle ultime prestazioni e del recupero di Benassai in difesa, è molto probabile che il trainer rossonero voglia, giustamente, insistere, non solo sul "4-3-3", ma anche sugli stessi interpreti. Con una possibile staffetta tra Rizzo Pinna e Guadagni. Guardando alle caratteristiche dei difensori bianconeri, potrebbe essere l’"ex" della Recanatese a partire dall’inizio, con Rizzo Pinna alternativa, in corso d’opera, sia a destra che a sinistra. Ma, come sempre, Gorgone, che ieri sera ha seguito in tv la partita tra Entella e Cesena, tirerà le somme dopo la seduta di rifinitura di domani.

Finalmente la settimana sta scivolando via senza problemi e con i giocatori che hanno ritrovato il sorriso e, con esso, la volontà di dare un seguito sia al pareggio di Olbia che al successo sull’Entella, con l’obiettivo di ritrovare il passo delle prime otto giornate di campionato. Ma, per riuscirci in maniera compiuta, sarebbe fondamentale tornare da Cesena, dove, ultimamente, i rossoneri hanno offerto grandi prestazioni, con un risultato positivo. Servirà una gara accorta, sicuramente aggressiva (non spavalda), ma al tempo stesso attenta a non farsi trovare scoperti. Ma, per quello che si è visto, specie lunedì sera, sembra che la Lucchese abbia capito la lezione: che la conquista del risultato viene molto prima del bel gioco.

Al giro di boa mancano sei gare, otto per la Lucchese: domenica a Cesena; sabato 25 novembre al "Porta Elisa" contro la Vis Pesaro; mercoledì 29 novembre il terzo turno di Coppa Italia, in casa, con la Juventus Next Gen; sabato 2 dicembre trasferta ad Arezzo; mercoledì 6 dicembre recupero ancora in casa e sempre con i bianconeri piemontesi; domenica 10 dicembre in casa con la Fermana; domenica 17 trasferta a Carrara; venerdì 22 dicembre al "Porta Elisa" con l’Ancona.

Emiliano Pellegrini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su