L’urlo di gioia di Colombi: "Rimini, adesso ci siamo"

Sembra passata una vita dal debutto del numero uno in maglia a scacchi. Quattro gol subiti a Pontedera un mese fa, poi la scalata in classifica.

di DONATELLA FILIPPI -
18 novembre 2023
L’urlo di gioia di Colombi: "Rimini, adesso ci siamo"

L’urlo di gioia di Colombi: "Rimini, adesso ci siamo"

Sesto risultato utile consecutivo. Ma dei sei dell’ultimo mese quello di Sestri Levante è certamente il più importante. Quello che ha un peso specifico fondamentale per il Rimini. "Sono tre punti molto importanti – lo dice subito il portiere e capitano dei biancorossi Simone Colombi (foto Zamagni) – perché abbiamo interpretato bene quella gara da subito. È ovvio che qualcosa abbiamo pagato, visti i tanti impegni ravvicinati, in intensità, ma siamo stati bravi nell’arco dei novanta minuti a provarci sempre. Tenendo botta in difesa. Se queste partite non riesci a vincere non le devi perdere. Noi l’abbiamo vinta". Un gol, quello di Ubaldi, al novantesimo, che ha dimostrato ancora una volta quante soluzioni il Rimini abbia in zona gol. Ma a fare la differenza, dalla gara con l’Ancona a oggi, è stata la solidità difensiva. Anche se quella biancorossa resta ancora la peggior difesa del girone con 24 reti subiti in 13 giornate. "Sicuramente a un portiere fa molto piacere non prendere gol – sorride Colombi – e penso anche a tutta la squadra perché quando si riesce a non subire gol già si comincia da un punto di partenza importante. Per il resto credo che la squadra si sia resa conto della difficoltà in cui era e dei problemi che c’erano, e quando i problemi poi vengono a galla è da lì che si può e si deve ripartire". Colombi non può dimenticare il suo debutto di poco più di un mese fa in Toscana.

"A Pontedera penso avessimo toccato il fondo sia come prestazione che come risultato, ma anche come posizione di classifica. E da lì bisognava semplicemente ripartire. Semplicemente, ma non è tanto semplice: devo dire che l’allenatore a livello tattico ci ha dato tanto, noi abbiamo capito, ci siamo resi conto della situazione, e da lì abbiamo iniziato a scalare una classifica che all’inizio era molto deficitaria, adesso è sicuramente più bella, ma il campionato è lungo. Certamente ora sappiamo che la strada è quella giusta". Meno gol subiti e finalmente questa settimana, tra Pescara e Vercelli, sono arrivati anche i primi punti in viaggio. "Un’altra notizia decisamente buona. È stato importante sbloccarci a Pescara in una partita complicata nella quale pur soffrendo siamo riusciti a portare a casa un risultato positivo. Ora la vittoria contro il Sestri Levante speriamo possa dare il la a una serie di risultati positivi, indipendentemente che si giochi in casa o in trasferta. La nostra mentalità vincente dovrà essere sempre la stessa".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su