Maceratese, finale pirotecnico. Minnozzi e Cirulli firmano la vittoria, ribaltato in extremis il Montegranaro

La Maceratese ribalta una partita complicata e si aggiudica l'andata di Coppa Italia contro il Montegranaro. Minnozzi e Cirulli firmano la rimonta nei minuti finali. Appuntamento al 29 novembre per il match di ritorno.

di LORENZO MONACHESI -
16 novembre 2023
Minnozzi e Cirulli firmano la vittoria, ribaltato in extremis il Montegranaro

Minnozzi e Cirulli firmano la vittoria, ribaltato in extremis il Montegranaro

MACERATESE

2

MONTEGRANARO

1

MACERATESE (4-2-4): Gagliardini; Iulitti (26’ st Chimezie), Strano, Sensi, Luciani (1’ st Martedì); Giorgio Pagliari (1’ st Tortelli), Massei; D’Ercole (1’ st Cirulli), Perri, Minnozzi, Di Ruocco (22’ st Mancini). A disp.: Amico, Nicolosi, Marcolini, Pierantoni. All. Dino Pagliari.

MONTEGRANARO (4-3-3): Taborda; Tinazzi, Tissone (1’ st Ruggeri), Kukic, Foresi; Cicconetti (24’ Perpepaj), Morales (33’ st Capponi), Rozzi; Merzoug (20’ st Corrado), Tonuzi (10’ st Bruffa), Radojicic. A disp: Mallozzi, Pagliarini, Di Biagio, Giuggioloni. All. Barone.

Arbitro: El Mouhsini di Pesaro.

Reti: 30’ Tonuzi, 44’ st Minnozzi, 47’ st Cirulli.

Nel finale la Maceratese ribalta una partita a dir poco complicata, aggiudicandosi l’andata di Coppa Italia con il Montegranaro. Appuntamento al 29 novembre per il match di ritorno quando si conoscerà chi sarà la sfidante dell’Osimana nella finale di Coppa. La Maceratese spinge sin dall’avvio. Il primo pericolo (18’) nasce da Perri, imbeccato da D’Ercole, che dal fondo calibra un pallone sul quale Minnozzi non colpisce con forza. Ripartenza dei biancorossi (21’) con la palla a Di Ruocco, il giocatore rientra e calcia costringendo Taborda a salvarsi in angolo. Dalla bandierina la sfera spiove in area dove Strano salta più in alto di tutti, ma non inquadra lo specchio della porta. Al 30’ la doccia gelata per i tifosi biancorossi quando Tonuzi stoppa il pallone al limite dell’area e calibra un tiro che finisce dove Gagliardini non può arrivare. Ospiti in vantaggio. Il gol dà fiducia agli ospiti che potrebbero raddoppiare (39’) quando il tiro di Radojicic, solo in area, colpisce il palo. Proteste (43’) sul tiro di Minnozzi, i biancorossi sostengono che sia stato respinto da una mano, ma l’arbitro lascia proseguire. Nel finale bella azione di Foresi sul cui cross calcia al volo Merzoug che scheggia il palo.

Si riparte con Pagliari che effettua tre cambi nella speranza di raddrizzare la partita, ma il Montegranaro controlla il match. All’improvviso un lampo: cross di Iulitti e splendido colpo di testa di Perri sul quale è strepitoso l’intervento di Taborda sulla cui respinta Minnozzi spara alto. Al 29’ ci prova dalla distanza Corrado: la palla rimbalza su un biancorosso e termina di poco sul fondo. Al 31’ calcia dalla trequarti Tortelli: Taborda è battuto, ci pensa la traversa a respingere la conclusione. Palla in profondità e Minnozzi brucia tutti sullo scatto e davanti a Taborda non manca l’appuntamento con il gol. Partita finita? Macché, ci pensa Cirulii (47’ st) ad accendere l’Helvia Recina con un diagonale che finisce in fondo alla rete.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su