Nei Giovanissimi sono invece i locali a imporsi. Cerredolo straripante. Affondato il Leguigno

Il Cerredolo batte il Leguigno 3-0, agganciando il primo posto nel girone C con 8 punti. Il Leguigno rischia l'eliminazione, sperando in una vittoria e una sconfitta degli avversari.

3 luglio 2024
Cerredolo straripante. Affondato il Leguigno

Cerredolo straripante. Affondato il Leguigno

LEGUIGNO

0

CERREDOLO

3

LEGUIGNO: Tarabelloni, Morani, Mercati (38’st Davide Ghirelli), Manuzzi, Som, Andriani, Alinovi (15’st Cortese), Matteo Ghirelli (20’st Favali), Zampino (33’st Costoli), Scarlata, Falbo. A disposizione.: Pinotti, Gualerzi, Riolo, Gatti, Rabotti. Allenatore: Rossi

CERREDOLO: Lagomarsini, Zgrablic, Baldoni (24’st Ghirardi), Perugi (36’st Magnani), Guido Guidetti, Rudy Guidetti (25’st Bertocchi), Bedini, Remedi, Veronesi (15’st Paganelli), Valenta, Ruffaldi (41’st Castellani). A disposizione: Rebuttini, Casoni, Schenetti, Baroni. Allenatore: Corrado Guidetti

Arbitro: Canovi (Morini e Spessotto)

Reti: Perugi al 5’pt e al 20’pt, Veronesi su rig. al 48’pt.

Note: spettatori 350 circa. Ammoniti Morani, Andriani, Bedini e Bertocchi. Angoli: 4-4.

Nei Giovanissimi netto 4-0 del Leguigno: a segno Formato, Rinaldi, Sassi e Depietri.

Nel posticipo del girone C il Cerredolo batte il Leguigno e aggancia al primo posto il Cervarezza con 8 punti.

Qualificazione non matematica, ma manca poco per ottenere il pass nell’ultimo turno.

Per il Leguigno invece si fa dura: ha 3 punti e dovrà sperare di battere il Collagna e che contemporaneamente il Roteglia perda con la Querciolese; solo così arriverebbe quarto e quindi si regalerebbe lo spareggio con la migliore terza tra girone A e B per un posto nei quarti di finale. Si è deciso tutto nel primo tempo nel gremito (oltre 350 persone) parrocchiale di Leguigno: subito vanti Cerredolo con un bel tiro di Perugi.

Il Leguigno sfiora tre volte il pari: Manuzzi tira, coglie una clamorosa traversa-riga, e sul tap in Zampino tutto solo di testa sbaglia.

Poco dopo ci riprova Manuzzi, ma palla che esce di poco.

Niente da fare, e allora Valenta si mette in proprio, salta tutti e tira con Tarabelloni che para: sulla ribattuta, però, ecco arrivare lestissimo il figlio d’arte Perugi.

Allo scadere del primo tempo rigore per uno sgambetto in area locale: Veronesi fa il 3-0, e finisce così.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su