Promozione - L’anticipo. Pieve Fosciana perde in casa lo scontro diretto. Ora Compagnone è a un passo dall’esonero

Pieve Fosciana perde in casa lo scontro-salvezza con l'Alleanza Giovanile Dicomano e rimane da solo all'ultimo posto, con appena due punti, senza vittorie e in crisi. I fiorentini capitalizzano la rete in apertura, i garfagnini giocano con volontà ma senza concretezza. Le decisioni per invertire la rotta sono attese nelle prossime ore.

19 novembre 2023

PIEVE FOSCIANA

0

ALLEANZA GIOVANILE

1

PIEVE FOSCIANA: Regoli, Pietrazzini, Pieroni, Orsetti, Telloli, Matteoni (46’ Bonini, 54’ Febbrai), Giunta (70’ Cavani), Turri, Balducci, Ghiloni, Bertellotti. (A disp.: Velani, Lombardi, Tardelli, Valdrighi, Turri). All.: Compagnone.

ALLEANZA GIOVANILE DICOMANO: Maionchi, Giordani, Marchese, Di Biasi, Crescioli, Reggioli, Fabbri (77’ Vestri), Bencini, Zeni (28’ Nardoni, 88’ Caselli), Faye, Cherif. (A disp.: Martini, Balocci, Traoré, De Cao, Paggetti, El Maamouri. All.: Governi.

Arbitro: Frediani di Pisa (assistenti: Freschi e Di Legge di Pisa).

Rete: 12’ Bencini.

PIEVE FOSCIANA - Sprofonda il Pieve Fosciana che perde in casa lo scontro-salvezza con l’Alleanza Giovanile Dicomano e rimane da solo all’ultimo posto, con appena due punti, senza nemmeno una vittoria e sempre più in crisi.

I fiorentini non fanno altro che capitalizzare la rete in apertura realizzata da Bencini, con una bella girata da centro area, mentre i garfagnini giocano con volontà, ma con poca concretezza, dimostrando evidenti limiti. Ci prova due volte Turri al 14’ e al 15’; non meno fortunato Ghiloni in chiusura di frazione, quando il suo tocco ravvicinato viene messo in corner da Maionchi.

Nella ripresa la formazione ospite si difende con ordine, i ragazzi di Compagnone (foto) – che ora rischia grosso – , pressano a tutto campo alla ricerca del pari, ma le loro azioni non trovano sbocchi. Finisce così: uno stop amarissimo per i biancorossi. Nelle prossime ore sono attese le probabili e inevitabili decisioni per invertire la rotta, prima che sia veramente troppo tardi. La classifica non aspetta più.

Flavio Berlingacci

Continua a leggere tutte le notizie di sport su