Ravenna, i gol Di Renzo. Primo colpo: un bomber

Il 34enne di Torino – 131 reti in 300 presenze – primo acquisto dell’era Cipriani .

11 luglio 2024
Ravenna, i gol  Di Renzo. Primo colpo: un bomber

Ravenna, i gol Di Renzo. Primo colpo: un bomber

Luca Di Renzo è il primo acquisto ufficializzato ieri dal Ravenna. Piemontese di Torino, 34 anni appena compiuti, è lui il bomber sul quale graverà il peso offensivo dell’attacco giallorosso. Nel 3-4-1-2 di mister Antonioli, avrà al proprio fianco (da annunciare) Loreto Lo Bosco dal Vado. Nei piani del club giallorosso, le alternative per completare il reparto avanzato dovrebbero essere gli ex di ritorno Francesco Manuzzi (prima punta dall’Alcione Milano) e Simone Saporetti (seconda punta dal Carpi). Di Renzo è un autentico bomber di razza. In carriera vanta più di 300 presenze in serie D, col corollario di 131 reti. Per 5 volte in carriera è andato in doppia cifra. Nelle ultime due stagioni ha firmato 21 reti col Vado e altre 21 (6 doppiette) con la Roma City, con cui, lo scorso anno, è arrivato ai playoff. "Ho trovato un ambiente motivato – ha commentato ieri Di Renzo dopo la firma sul contratto – nel quale c’è davvero tanta voglia di vincere. Sono qua per cercare di realizzare questo sogno. È una occasione importantissima per me. Voglio riconfermarmi sui livelli espressi in questa categoria. Spero di fare tanti gol". Di Renzo, oltre alla categoria, conosce la gavetta: "Fino a 24 anni ho giocato mentre lavoravo. Poi, col supporto dei numeri, ho deciso di dedicarmi al calcio. All’inizio giocavo esterno o mezzala. Per fortuna ho ottenuto dei risultati importanti, maturando anche belle esperienze di vita in tutti i club in cui ho giocato. Fra i nuovi compagni, conosco molto bene Loreto Lo Bosco, col quale abbiamo legato anche fuori dal campo, e il portiere Fresia". Poi ci sono le ambizioni della società: "La forza del gruppo dello scorso anno – ha aggiunto Di Renzo – dovrà essere la molla per spingerci verso il risultato. Noi nuovi dovremo inserirci per trovare sintonia. Le ambizioni? Dovremo trasformare la pressione in energia positiva. Del resto, se giochiamo a calcio, è per avere questo tipo di responsabilità. Chiunque vorrebbe giocare per vincere e non per salvarsi".

In attesa della definizione delle trattative per Saporetti e Manuzzi, il ds Mandorlini sta cercando un portiere over, da affiancare ai 2005 Fresia e Galassi, e capace anche di accettare la panchina. Sono stati effettuati sondaggi con gli ex Spurio, l’anno scorso all’Alessandria in C, e con Venturi, profilo molto alto, reduce dai playoff di serie C con la Casertana. Fra le trattative che potrebbero sortire risposte negative c’è anche quella col romeno Sirbu, che ha un biennale col Flaminia di Civita Castellana, e che il club viterbese non vuole cedere. Il nome nuovo del mercato è tuttavia quello dell’esterno destro Dario Daka, albanese classe 2004, ex capitano della Primavera del Lecce, che prenderà il posto di Mancini, passato alla Casertana. La quota più complicata resta quella del 2006. L’esterno destro Sancinito dal Genoa dovrà essere affiancato da almeno altri 2 coetanei, che mister Antonioli valuterà in ritiro.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su