Ravenna Varriale, ecco la punta per Gadda

Calcio serie D Colpo dei giallorossi: dal Forlì il bomber autore di 10 gol lo scorso anno. Vanta 132 presenze nella categoria .

15 settembre 2023
Ravenna Varriale, ecco la punta per Gadda

Ravenna Varriale, ecco la punta per Gadda

È Antonio Varriale il nuovo attaccante che completa la rosa del Ravenna. Al termine di una trattativa un po’ articolata, il ds Grammatica, che aveva come alternativa Padovan, ha ‘regalato’ a mister Gadda il giocatore che cercava. Oggi il club di via della Lirica ufficializzerà l’operazione e, domenica, a Prato, il tecnico giallorosso potrà anche utilizzare il neo acquisto. Più che un centravanti puro, il ventiquattrenne Varriale è una ‘seconda punta’ rapida, che si adatta al sistema di gioco previsto da Gadda. Nel curriculum di Varriale – 132 presenze in D con Portici, Sarnese, Fidelis Andria, Nocerina, Molfetta, Fano, Montespaccato e Forlì – spiccano le 10 reti segnate lo scorso anno con la maglia dei galletti, alla prima vera stagione da titolare in carriera. Il bottino conseguito nella passata stagione, gli era valso l’interessamento dell’Altamura (girone H), che lo aveva tesserato. La volontà del giocatore di tornare in Romagna, ha tuttavia reso possibile l’operazione. Con una freccia in più, il Ravenna affronterà dunque la trasferta di domenica a Prato. Per tanti motivi, quella del Lungobisenzio non sarà una partita come le altre. Prima di tutto la stretta attualità. Proprio nelle ultime ore, il club toscano e il tecnico Brando hanno deciso consensualmente di separarsi. Alla base della decisione ci sono le conseguenze del ko di domenica scorsa a Carpi, maturato al 91’ col gol dell’ex giallorosso Saporetti in circostanze non proprio da fair play. I fatti accaduti dopo il triplice fischio, e la scomposta reazione del tecnico (poi squalificato per 4 giornate per essere entrato in campo a gioco fermo e aver strattonato ed insultato alcuni avversari), non sono state gradite dal club pratese, che comunque ha fatto ricorso contro il risultato, per comportamento antisportivo del Carpi.

Il giudice sportivo ha comunque squalificato anche il terzino Casucci per tre turni. Prato-Ravenna, oltre ad evocare l’ormai celebre partita ‘non giocata’ nell’agosto ’94 dai giallorossi di Corvetta, che ambivano alla riammissione in B, richiama alla mente anche gli scontri avvenuti lo scorso anno in via Cassino, fra i tifosi. Vista la criticità, la Questura di Prato ha imposto alcune limitazioni sulla vendita dei biglietti per i residenti a Ravenna, fra cui l’obbligo di acquisto in prevendita entro domani alle 19. Oggi saranno rese note le ulteriori disposizioni. Nel frattempo, la Lnd ha sorteggiato gli accoppiamenti per i trentaduesimi di finale della Coppa Italia di serie D. Al Ravenna è capitata la Clodiense, da affrontare mercoledì 18 ottobre a Chioggia in partita secca, con rigori in caso di parità al 90’. Nel corso del precampionato, le due squadre si sono già affrontate in amichevole al ‘Ballarin’ (1-1 con rigore trasformato da Nappello).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su