Renate, cercasi vittoria disperatamente. Manca da 53 giorni, l’Alessandria è in crisi

Serie C. I tifosi piemontesi stanno contestando la società, i nerazzurri falcidiati dagli infortuni giocheranno con una formazione obbligata

di ROBERTO SANVITO -
12 novembre 2023
Renate, cercasi vittoria disperatamente. Manca da 53 giorni, l’Alessandria è in crisi

Renate, cercasi vittoria disperatamente. Manca da 53 giorni, l’Alessandria è in crisi

Dopo aver sperimentato contro la Pro Sesto il venerdì sera, il Renate contro l’Alessandria scenderà in campo questa sera a Meda alle 20.45. Cosa c’entri un orario del genere con la Serie C italiana andrebbe chiesto ai vertici della Lega Pro, ma sarebbe tempo sprecato. Nello spogliatoio nerazzurro di certo non c’è tempo per le chiacchiere, primo perché una vittoria al “Mino Favini” manca da 53 giorni, in generale da quasi un mese quando le pantere sbancarono Vicenza. Nelle ultime tre gare sono arrivati altrettanti pareggi e la classifica non è più quella di ottobre. Non è una crisi, è un momento di appannamento causato (anche) dai tanti infortuni che hanno falcidiato la rosa a disposizione di Pavanel che oggi non potrà contare sullo squalificato Mondonico e su chi staziona da più o meno tempo in infermeria come Bosisio, Bracaglia, Munaretti, i centrocampisti titolari Baldassin ed Esposito e l’attaccante Bianchimano. Qualcuno di questi è sulla via del recupero, ma stasera le scelte sono sostanzialmente obbligate per quanto riguarda la formazione titolare che prevede Fallani tra i pali, in difesa sulle corsie Amadio e Possenti con Auriletto e Alcibiade centrali. I tre di centrocampo saranno Garetto, Gasperi e Currarino, “small ball” (tanto per parafrasare il basket) in attacco con i dinamici Rolando, Sorrentino e l’ex Sartore. Come per la Coppa Italia a Trieste, nella lista dei convocati figurano ancora alcuni ragazzi della Primavera ovvero Iacovo, Ghivellini, Pellegrino, Ciarmoli, Ziu e Gobbo. Sul fronte Alessandria sembrava passata la “buriana” tecnica e societaria della primissima parte di campionato con la squadra ringalluzzita dall’avvento in panchina di Banchini e di quello a capo dell’area tecnica di Ninni Corda.

E invece è proprio notizia di venerdì sera dell’improvviso licenziamento del dirigente sardo ex Seregno che fa sprofondare il club in una nuova crisi che sembra senza fine. Vedremo quale sarà la reazione dei giocatori in campo a questo nuovo terremoto. Si prevede contestazione da parte della sessantina di tifosi al seguito dei grigi. Quando capitava da queste parti l’Alessandria, eravamo abituati a ben altri numeri. La situazione di crisi (esposti ieri pomeriggio striscioni tutt’altro che gentili nei confronti dei dirigenti fuori dalla sede) e l’assurdo orario del calcio di inizio incidono negativamente sull’interesse anche in una piazza calda come quella piemontese. Arbitra Viapiana di Catanzaro. Il match sarà trasmesso in diretta sul canale 254 di Sky Calcio e in streaming su Now.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su