Rimini, Di Salvo rassicura i tifosi: "Saremo competitivi e solidi"

Dopo le cessioni e un mercato estivo che non decolla, la presidente smorza il malcontento di alcuni sostenitori

di DONATELLA FILIPPI -
10 luglio 2024
Rimini, Di Salvo rassicura i tifosi: "Saremo competitivi e solidi"

Rimini, Di Salvo rassicura i tifosi: "Saremo competitivi e solidi"

"Il nostro intento è di essere competitivi e solidi, in campo e fuori dal campo". Il mercato in entrata del Rimini non decolla e quello in uscita viaggia pericolosamente veloce. Un mix che preoccupa i tifosi biancorossi. Preoccupazione che evidentemente ha avvertito e avverte la presidente del club Stefania Di Salvo. Che, così, prende carta e penna e scrive ai ’suoi’, quelli che stanno sugli spalti la domenica. O il sabato, o il venerdì, ma anche il lunedì. "Abbiamo sempre detto qual è il nostro progetto – scrive – e lo ribadiamo oggi dopo un anno insieme che ha visto i fatti far seguito alle parole, a partire dai passi avanti sulle strutture, che per noi rappresentano le fondamenta del progetto, per arrivare al campo dove, nonostante le difficoltà iniziali, abbiamo raggiunto un risultato sportivo soddisfacente". La presidente mette in primo piano le logiche di mercato cercando di smorzare i mugugni della piazza. "Siamo nel mezzo della pianificazione della nuova stagione. Diversi giocatori durante l’ultimo campionato hanno brillato per le loro prestazioni e attirato le attenzioni di tanti club. È una situazione non casuale, segno che oltre alla bravura dei singoli giocatori, siamo stati bravi con il nostro scouting a individuarli e come società a metterli in condizione di rendere al meglio sul campo. Ora subentrano le logiche e strategie dei singoli club, dei singoli giocatori e procuratori, con arrivi e partenze: succede in tutte le società e in tutte le categorie. Ponderare le nostre scelte in base all’esperienza pluriennale di un

gruppo dirigenziale coeso e non sull’opinione di un singolo è una prerogativa in cui crediamo fortemente. Gran parte dei nostri tesserati ha trovato a Rimini le condizioni giuste per esprimersi al meglio: quando motivazione e interesse comune combaciano, c’è la nostra disponibilità a prolungare ulteriormente la loro appartenenza ai nostri colori. A Rimini abbiamo un futuro da raggiungere: vogliamo persone convinte prima di tutto".

Il riferimento ai giocatori che hanno lasciato il biancorosso è evidente. Poi le rassicurazioni, in attesa dei primi colpi di mercato. "I nostri sostenitori possono e devono aspettarsi da noi una squadra assolutamente competitiva. Non siamo per i proclami ma le nostre ambizioni sportive sono serie e importanti. Gli sforzi economici, anche elevati, da soli non sono garanzia di vittoria: serve anche molto altro. A lungo andare, sono l’ambiente, la società, le strutture, le dinamiche di gruppo e il percorso di maturazione che nell’insieme portano al successo". Impossibile non ritornare sulla ‘questione logo’ destinata a restare indigesta alla tifoserie riminese. "Ci dispiace molto e come promesso, lavoreremo insieme per realizzare il nuovo simbolo. Dateci fiducia".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su