Robur, nove giornate per un primato. Vetta solitaria e grande entusiasmo

3 novembre 2023
Robur, nove giornate per un primato. Vetta solitaria e grande entusiasmo

Robur, nove giornate per un primato. Vetta solitaria e grande entusiasmo

E’ bastata la bellissima rete di Elia Galligani, alla Robur, per battere lo Scandicci. Sono bastate nove giornate, alla Robur, per conquistare la vetta solitaria della classifica, con una partita in meno rispetto alle dirette concorrenti che devono ancora osservare il turno di riposo. Non è stata facile, domenica al Berni: se la rete bianconera, firmata al volo da Galligani ben servito da Bianchi (che si sta confermando l’assit-man della squadra), è arrivata dopo appena 7 minuti, per gran parte della ripresa i ragazzi di Magrini hanno dovuto lottare con le unghie e con i denti per mantenere quel preziosissimo vantaggio.

La squadra di Fattori, con i bianconeri passati a cinque dietro e prede della stanchezza (la condizione non è ancora il top e il turno infrasettimanale non ha certo aiutato), ha iniziato a spingere, in un assedio che alla fine si è rivelato fine a se stesso: dagli spalti, al triplice fischio, è partito a tutto stadio il coro ‘Salutate la capolista’. Sì, perché mentre al Berni di Badesse il Siena ha centrato la sesta vittoria stagionale, la Castiglionese prima della classe alla vigilia della nona giornata, ha perso in casa con il Signa e la Nuova Foiano, seconda forza del girone, è capitolata, sempre tra le mura amiche, con la Rondinella Marzocco, a cui la Robur andrà a fare visita domenica. Se i bianconeri fossero riusciti a chiuderla prima, e le occasioni non sono mancate, il secondo tempo avrebbe avuto forse una storia diversa, ma, per dirla alla Magrini ‘a contare era il risultato’. E il risultato ha premiato la Robur. Così come i numeri: battendo lo Scandicci, Bianchi e compagni hanno centrato l’ottavo risultato utile consecutivo: quella bianconera è l’unica formazione del raggruppamento – anzi di tutta l’Eccellenza Toscana – a non aver mai perso. Un cammino ottimo per una squadra costruita in fretta e furia a una manciata di giorni dallo start. Per la quarta giornata consecutiva (cinque le volte in totale), inoltre, Giusti non ha subito reti, segno di grande solidità e di spirito di sacrificio. In questo novembre pieno zeppo di impegni, di spirito di sacrificio, il Siena dovrà metterne parecchio: tra due giorni il calendario regala alla squadra un nuovo impegno: l’obiettivo far risuonare anche allo stadio delle Due Strade il coro: ‘Salutate la capolista’.

Angela Gorellini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su