Serie D. Il Certaldo a Pistoia con tanta determinazione

Il Certaldo affronta un impegno proibitivo contro la Pistoiese, blasonata e ambiziosa. La squadra di Ramerini deve fare affidamento su una solida prestazione di squadra per portare a casa punti, vista la mancanza di esperienza e malizia dei giovani attaccanti.

5 novembre 2023
Il Certaldo a Pistoia con  tanta determinazione

Il Certaldo a Pistoia con tanta determinazione

Ennesimo impegno sulla carta proibitivo per il Certaldo, di scena oggi alle 14.30 al Melani di Pistoia nella decima giornata del girone D di Serie D. Non inganni infatti la classifica che vede la Pistoiese appena sopra la zona play-out con 12 punti, ma gli arancioni restano una piazza quanto mai ambiziosa, oltre che blasonata, anche se hanno vinto soltanto una delle ultime sei uscite. Un andamento che lo scorso 22 ottobre, all’indomani della sconfitta di Forlì, era costato la panchina a Consonni, già richiamato però venerdì scorso al posto di quel Manoni che soltanto una settimana prima lo aveva sostituito. Sicuramente l’ambiente pistoiese non sta certo vivendo un momento di grande tranquillità, anche alcuni giocatori sembrano giunti al capolinea della loro esperienza in arancione (sempre venerdì il fantasista Ferrandino ha già rescisso), ma ha pur sempre un organico di prim’ordine che è tornato a poter disporre pure dell’esperto centrocampista Caponi. Dal canto suo il Certaldo, dopo la bella vittoria casalinga contro il Prato, è rimasto a secco sia nello scontro diretto di Fidenza contro il Borgo San Donnino che nel turno infrasettimanale di mercoledì scorso in casa contro il Fanfulla.

Il maggior problema dei viola valdelsani, in questo momento, resta la sterilità offensiva (solo 3 gol realizzati in 9 gare e ancora nessuno lontano dal Comunale). Bouhamed e compagni arrivano con una certa facilità al limite dell’area avversaria creando tante potenziali occasioni, ma mancano poi del guizzo decisivo per concretizzare. Akammadu (nella foto), due reti finora, ha grandi potenzialità quando può attaccare la profondità, ma deve ancora migliorare tanto spalle alla porta e nel ‘killer-instinct’. Gli altri attaccanti sono tutti giovani e chiaramente mancano di esperienza e malizia. Per questo in ogni circostanza la squadra di Ramerini, non può prescindere da una solida prestazione di squadra per cercare di portare punti a casa.

Simone Cioni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su