Zebre, notte da capolista solitaria. Respinto il tentativo di sorpasso

Promozione: la Pontremolese va subito in vantaggio, poi il ribaltone Ceciarini. Oggi tocca al San Piero a Sieve

19 novembre 2023
Zebre, notte da capolista solitaria. Respinto il tentativo di sorpasso

Zebre, notte da capolista solitaria. Respinto il tentativo di sorpasso

VIAREGGIO – Vittoria che vale ben più di 3 punti quella che il Viareggio si è preso ieri nell’anticipo della 12ª giornata contro la Lunigiana Pontremolese davanti a una cornice di pubblico notevolissima. La sfida per i nomi in campo, la qualità e l’intensità agonistica non ha deluso le attese. Non è stata una gara da Promozione (poteva tranquillamente essere da Eccellenza). Ma è stata una gara da... promozione, nel senso che di fronte c’erano forse le due accreditate principali per salire di categoria. L’incontro è stato subito stappato dal controverso episodio che dopo 70 secondi vede Petracci affossato appena fuori area da Bertacca: fallo da rosso ma l’arbitro donna Lisi di Empoli propende solo per il giallo all’indirizzo del difensore viareggino (che poi risulterà pure stavolta il migliore in campo). Sulla punizione dal limite che ne scaturisce l’ex Seravezza Nicolas Bresciani con un super sinistro rasoterra incenerisce Carpita sul suo palo portando in vantaggio la Pontremolese.

Ma immediatamente dopo il Viareggio pareggia con la gran palla che Chicchiarelli, dopo aver ricevuto la sponda di Brega e tagliato palla al piede in diagonale la metà campo nemica, da destra va a servire a centro area per un acrobatico Ceciarini che fa 1-1. Lo stesso ‘Cecio-gol’ si ripete al 26’ firmando il controsorpasso su dormita della pur schierata difesa lunigianese che su sviluppi di punizione patisce la sponda aerea di Benedini e la svelta giocata di Ceciarini che beffa Cacchioli sotto le gambe con un tocco scaltro da rapace. I bianconeri poi rischiano grosso al 35’ quando Petracci viene chiuso ad un passo dal tap-in a porta spalancata. Un minuto dopo sono le zebre a sprecare il contropiede del possibile 3-1 con Belluomini che spara alto. Poi ci prova Sapienza di testa su corner (che non c’era) mentre a fine primo tempo gli ospiti perdono il 2004 Vignozzi per grave infortunio.

Nella ripresa succede poco a livello di occasioni (a metà frazione Filippi sfiora il 2-2 d’incornata) col Viareggio che si difende bene e blinda il raccolto. I migliori sono stati Bertacca, Pizza e il match-winner Ceciarini. La Pontremolese avrebbe potuto provar di più a fare la partita sulla propria parte sinistra del centrocampo nel “mismatch” Bresciani-Lombardi non sfruttato granché (anche per meriti del Viareggio che ha “spostato la partita” altrove).

Simone Ferro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su