Consar subito in campo. In gioco c’è il quarto posto

Alle 20, al Pala De Andrè, il recupero con Porto Viro della prima giornata .

15 novembre 2023
Consar subito in campo. In gioco c’è il quarto posto

Consar subito in campo. In gioco c’è il quarto posto

A tre giorni dal successo corsaro di Ortona, la Consar Ravenna torna già in campo. L’appuntamento è per stasera al Pala de André (alle 20, arbitri Sessolo e Toni, biglietti a 25 e 16 euro; diretta in chiaro su Volleyball Tv) contro Porto Viro. È il recupero della prima giornata del campionato di A2 che non si disputò un mese fa per gli impegni di Bovolenta in nazionale. In palio ci sono punti importanti in chiave playoff. La Consar Ravenna è al 6° posto a quota 9. Con un successo da 3 punti, aggancerebbe Brescia al 4° posto, a -5 dalla capolista Grottazzolina. Porto Viro invece ha solo un punto in meno (8). I polesani hanno finora vinto 3 volte, giocando 3 tiebreak (2 vinti e uno perso). L’unica uscita senza colpo ferire è quella di Grottazzolina (3-0) in casa della capolista. Dal canto proprio, la Consar è in salute. Il netto ko interno contro Brescia, nel giorno del debutto al Pala de André, è stato assorbito e dimenticato. Ora si entra nel vivo della stagione. La formazione di coach Bonitta, che ha ritrovato un Bovolenta in grande spolvero dopo un periodo di ‘scarico’ post nazionale, è attesa da un impegnativo tour de force, visto che, sabato sera, sarà di nuovo in pista, dovendo affrontare l’anticipo contro Siena (a Santa Croce sull’Arno). "È iniziata una settimana in cui non avremo tregua – ha osservato Marco Bonitta, coach della Consar – perché giocheremo due partite in sei giorni e con quella di Ortona diventano tre in sette giorni, con due trasferte. Il regolamento permette questo, e ci adeguiamo. Pensiamo intanto al Porto Viro". Porto Viro è al 2° campionato di A2 consecutivo. L’anno scorso, al debutto, salì addirittura al 3° posto al termine della regular season, eliminato poi ai quarti di finale dei playoff da Bergamo. Proprio dalla città orobica è giunto l’allenatore Morato che propone un sestetto ricco di alternative. In regia c’è l’ex Garnica.

L’alzatore italo argentino portò Ravenna dalla B1 in A2 (2008-09) e la guidò anche la stagione successiva nella categoria superiore. L’opposto è l’azzurrino Barotto. Al centro ci sono il cesenate Zamagni, che a Ravenna vinse la A2 nel 2010-11, ed Eccher, che si contende il posto con l’espero Barone. Alla mano schiacciano l’ex conselicese Tiozzo e Sette, che ha vinto la concorrenza col carioca Pedro Enrique. Il libero è Morgese, mentre in panchina, l’opposto di riserva è Bellei, altro ex transitato da Ravenna, nel 2012-13, in Superlega. L’anno scorso (Sette, Barone, Garnica e Bellei i ‘superstiti’), Porto Viro espugnò 3-0 il PalaCosta all’ultima di andata, e poi vinse anche al ritorno 3-2 (17-15 al tiebreak).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su