Emma Villas nella serata più brutta. Ravenna ne approfitta e si impone

La Emma Villas perde in casa contro Ravenna in tre set. Nonostante la super prestazione di Copelli (17 punti), la Consar non riesce a domare gli ospiti, capaci di grandi picchi. Ravenna vince con un ace di Mancini al terzo matchpoint.

19 novembre 2023
Emma Villas nella serata più brutta. Ravenna ne approfitta e si impone

Emma Villas nella serata più brutta. Ravenna ne approfitta e si impone

EMMA VILLAS

0

CONSAR RAVENNA

3

EMMA VILLAS: Copelli 17, Trillini 3, Nevot 2, Bonami, Tallone 6, Coser, Krauchuk 11, Milan 1, Gonzi, Acuti, Pierotti 6, Picuno. All. Graziosi.

RAVENNA: Mengozzi 13, Chiella, Panciocco, Bovolenta 13, Arasomwan, Bartolucci 8, Goi, Mancini 2, Orioli 10, Russo 1, Feri 1, Grottoli, Menichini, Falardeau 9. All. Bonitta.

Arbitri: Merli, Grossi.

Parziali: 20-25, 22-25, 31-33.

SANTA CROCE - Seconda sconfitta in campionato per la Emma Villas, sorpresa sul ‘parquet di casa’ da Ravenna, impostasi in tre set. Non basta la solita super prestazione di Copelli, autore di 17 punti (di cui 6 muri e un ace, oltre al 91% in attacco) per domare una Consar magari discontinua, come è tipico per le squadre con tanti giovani, ma comunque capace di grandi picchi. Come quelli che ha fatto vedere al PalaParenti di Santa Croce, finalmente al passo d’addio: dalla prossima si torna a giocare in viale Sclavo e l’unica trasferta in terra pisana sarà quella per giocare contro i Lupi. Percentuali da dimenticare per i martelli: 30% per Tallone, 29 per Krauchuk, 25 per Milan e 22 per Pierotti; muro e difesa ospite hanno trovato presto e poi mantenuto le misure alle alzate di Nevot. Ravenna parte subito meglio, raggiunge quota 10 con quattro lunghezze di vantaggio su Siena, poi amministra il vantaggio incrementandolo fino al +6 (12-18) quando Mengozzi va ancora a segno a muro. Krauchuk suona la carica, il divario si accorcia (16-19), Bovolenta e Falardeau ripristinano le distanze e portano i romagnoli sull’1-0. Cinque punti consecutivi dei biancoblù aprono il secondo set (7-3), Bovolenta chiude un lungo scambio che apre il parziale di 4-0 in favore degli ospiti (10-10). Un errore di Orioli rilancia Siena (15-13), un gran muro di Copelli per mantenere il break di vantaggio (19-17), Feri firma il vantaggio ravennate con un ace (19-20); un altro servizio, stavolta di Bovolenta, mette in ambasce la ricezione senese (20-22). Un errore di Milan concede il secondo set agli ospiti. Che vanno in fuga anche nel terzo, avanti di tre lunghezze (7-10) quando Bartolucci firma l’attacco punto. Tre punti in fila di Copelli per pareggiare (10-10), poi l’ace di Pierotti per il sorpasso (12-11), il muro di Trillini su Orioli vale il break (17-15). Erroraccio di Krauchuk per il pari (18-18), due punti di Tallone per portarsi sul 23-21. Siena spreca due setpoint consecutivi sul 24-22, poi altre cinque opportunità; Tallone annulla il primo matchpoint ospite, Pierotti il secondo, sul terzo Mancini trova l’ace del successo.

Stefano Salvadori

Continua a leggere tutte le notizie di sport su