La Consar torna a casa: "Una sfida importante"

Serie A2 Dopo venti mesi i giallorossi di nuovo al Pala de Andrè. Alle 19 arriva l’ostica Brescia. Bonitta: "L’ambiente potrà essere un fattore".

5 novembre 2023
La Consar torna a casa: "Una sfida importante"

La Consar torna a casa: "Una sfida importante"

Venti mesi dopo l’ultima volta (1-3 contro Cisterna alla penultima giornata del campionato di Superlega 2021-22) la Consar Ravenna torna al Pala de André. La sfida di oggi pomeriggio, alle 19, contro Brescia (arbitri Marotta e Jacobacci; biglietti a 25 e 16 euro; diretta in chiaro su Volleyball Tv) propone dunque la novità dell’impianto di gioco. Il volley maschile ravennate torna sotto la cupola di viale Europa, da cui è anche possibile ‘sbirciare’ lo stato di avanzamento dei lavori del nuovo e adiacente palazzo dello sport. Dopo il ko iniziale di Cuneo, e dopo i successi contro Cantù e Santa Croce sull’Arno, la formazione di coach Marco Bonitta affronta un altro match che, sulla carta, mette in palio punti per la lotta di vertice. Nelle prime 4 gare di campionato, il sestetto della leonessa che oggi scende a Ravenna, ha conquistato 3 vittorie, di cui 2 al tiebreak. L’ultima, è quella di mercoledì sera, in casa, proprio contro Cuneo.

Un successo sudatissimo, giunto al termine di una maratona di quasi due ore e mezza, conclusa 19-17 al 5° set. Coach Bonitta è comunque fiducioso: "Per quanto ci riguarda – ha commentato il tecnico della Consar – abbiamo fatto due belle partite contro Cantù e Santa Croce sull’Arno, ma pure la prima a Cuneo non è stata affatto male, anche se non abbiamo ottenuto punti. Lì eravamo ancora in fase di rodaggio. Brescia? È una squadra molto esperta, molto forte in attacco e quindi noi dovremo giocare la nostra migliore pallavolo, e scendere in campo con l’atteggiamento che abbiamo avuto nelle tre precedenti partite. L’inizio di questo campionato conferma che Brescia è una delle squadre destinate a recitare un ruolo importante, da protagonista per la promozione e quindi ci attende un’altra partita molto difficile e stimolante, anche per capire se contro le squadre più forti possiamo andare vicino a vincere e a metterle seriamente in difficoltà. È una sfida dai risvolti importanti".

La novità del Pala de André potrebbe essere uno stimolo per i giocatori giallorossi: "Nei ragazzi – ha rilevato Bonitta – ho notato una certa voglia di andare a giocare lì. E, questo aspetto può davvero darci un’ulteriore spinta". Brescia propone un sestetto di giocatori esperti e navigati in questa categoria. Nonostante i tanti set disputati, coach Zambonardi in pratica si è sempre affidato allo stesso starting six, senza sfruttare la panchina, nemmeno in corso d’opera. Il quarantatreenne Tiberti regge le redini della regia, in diagonale col trentottenne opposto olandese Klapwijk che, a Ravenna, ha giocato nel 2013-14 e nel 2021-22 in Superlega. Altra diagonale di ex è quella costituita dai centrali Erati e Candeli, mentre alla mano schiacciano Cominetti e il cubano Gavilan. Il libero è Franzoni.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su