Le pagelle. Davyskiba all’attacco, Juantorena è scarico

Squadra in emergenza, Bruno spinge al massimo, Davyskiba canta e porta la croce, Juantorena stanco, Rinaldi tignoso in ricezione. Petrella implementa la "variante Davyskiba" con successo, ma i problemi da risolvere sono più da fisioterapisti che da allenatore.

20 novembre 2023
Davyskiba all’attacco, Juantorena è scarico

Davyskiba all’attacco, Juantorena è scarico

BRUNO 6 (att. 100% su 3, 1 ace, 1 b.s.) – Spinge il motore al massimo delle possibilità, un po’ alla Leclerc contro Verstappen. Qualche volta gli scappa di mano il volante, qualche volta scende direttamente lui a farsi il cambio gomme, la convergenza e il cambio d’olio. Non è tanto la squadra, quanto il Palazzo, il bersaglio dei suoi ruggiti dopo ogni punto: Bruno sta chiamando Modena, senza di lei in serate come queste non c’è storia.

DAVYSKIBA 7,5 (att. 48% su 33 con 3 err. e 3 muri sub., ric. 25% con 1 err., 3 ace, 3 b.s., 2 muri) – Canta, porta la croce e sgrida i chierichetti quando chiacchierano. In attacco continua a tenere un ritmo da giocatore-cardine. L’unico neo della sua partita è la vena al servizio che gli sfugge verso la fine. Migliore in campo da questa parte di rete.

JUANTORENA 5 (att. 35% su 17 con 3 err. e 2 muri sub., ric. 50% su 10) – Mezzo voto in più perché a trentott’anni la stanchezza è ammessa. Torna a mancargli l’energia che serve per ’scavalcare’ i bestioni più grossi, tipo Lagumdzija, e infatti i pochi sfizi che si toglie vengono quasi tutti dalla pipe. Bene la ricezione, meno la difesa.

RINALDI 5,5 (att. 39% su 18 con 2 err. e 2 muri sub., ric. 72% su 18 con 1 err., 4 b.s.) – Insufficienza non grave, soprattutto per la tigna che dimostra in ricezione. Quando sembra poter irrompere nella partita – fateci caso – Blengini chiama sempre timeout.

BREHME 6 (att. 71% su 7 con 1 err., ric. 50% su 2, 2 b.s.) – Ha battuto un po’ peggio rispetto alle ultime uscite ma per questa Modena in emergenza il suo braccione non è un optional.

SANGUINETTI 5 (att. 44% su 9 con 1 err. e 1 muro sub., 1 ace, 2 b.s., 1 muro) – Parte forte, fortissimo, poi si spegne. Non è certo Bruno a gettargli addosso la sfiducia: forse ogni tanto, Giò, se la crea da sé.

GOLLINI 5 (ric. 48% su 29 con 2 err.) – Vacilla parecchio e per giunta fa contrasto con quell’altra belva in maglia blu. Vale però il discorso di squadra (si legga sotto): in ricezione le eclissi restano, ma si accorciano.

BONINFANTE sv (1 b.s.) – Entra e picchia forte davanti a papà. Talmente forte che, quando rientra, Blengini gli chiama subito timeout per confonderlo.

SAPOZHKOV sv – Ci si accontenta della bella notizia: è tornato a fare capolino in campo e soprattutto a fare riscaldamento con la palla. Già a Cisterna, se la schiena regge, servirà.

All. PETRELLA 6 – Quelli aveva, quelli ha messo in campo. Un paio di miglioramenti rispetto a inizio stagione oggi si vedono: in primis i blackout in ricezione si accorciano in durata, nonostante l’assenza di Federici; in secundis la ’variante Davyskiba’ è implementata con successo e ormai strutturale. Per il resto i problemi da risolvere sono più da fisioterapisti che da allenatore.

Fabrizio Monari

Continua a leggere tutte le notizie di sport su