Dopo il titolo costruttori centrato anche quello individuale e per il team a Jerez. Ducati, è un mondo Super: la SBK è di Bautista e Aruba

Aruba-Racing ha conquistato un triplete storico: il titolo di campione del Mondo costruttori, il titolo di campione del Mondo piloti per Bautista e il Mondiale di team. Gara-2 a Jerez emozionante, con Bautista che ha combattuto con Razgatlioglu e Rinaldi che ha fatto una grande rimonta. Serafino Foti, team manager, ringrazia tutti i piloti e i collaboratori. Bautista: "Adesso è il momento di festeggiare".

di SÌ, CHIAMIAMOLO TRIPLETE. -
30 ottobre 2023
Ducati, è un mondo Super: la SBK è di Bautista e Aruba

Ducati, è un mondo Super: la SBK è di Bautista e Aruba

Sì, chiamiamolo triplete. Perché la stagione 2023 della Superbike si conclude con un risultato straordinario per Aruba-Racing. Nell’ordine: Ducati che ha conquistato il titolo di campione del Mondo costruttori; Bautista che si è confermato il numero uno per il secondo anno consecutivo; e ieri, con l’ennesima vittoria dello spagnolo in gara -2 a Jerez, è arrivato anche il Mondiale di team, appunto Aruba.

Triplete da applausi e a suo modo storico che racconta bene lo strapotere con cui lo squadrone di Bautista ha saputo mettere. Con la prospettiva di guardare a un futuro sempre e comunque da numeri uno.

E’ stata una gara-2 sensazionale quella vinta da Alvaro Bautista che ha combattuto con Toprak Razgatlioglu dando vita ad uno spettacolo mozzafiato. Sotto la bandiera a scacchi il pilota spagnolo è giunto secondo a soli 32 millesimi da Toprak che però è stato poi penalizzato (exceeding track limits all’ultima curva).

Per Bautista è la vittoria numero 27 di una stagione da record.

Anche Michael Rinaldi (sesto) è stato protagonista di una gara emozionante.

Partito dalla undicesima posizione, il pilota italiano è stato protagonista di una grande rimonta arrivando fino a raggiungere la terza posizione. Poi, dopo una chiusura inaspettata dell’anteriore, è stato costretto a cedere alcune posizioni ottenendo però punti fondamentali per la vittoria del titolo team.

Tocca a Serafino Foti, team manager di Aruba-Racing, accende i riflettori sulla stagione magica del team Ducati.

"E’ stata una stagione fantastica – sono le sue parole –, siamo riusciti a vincere i tre titoli in palio e l’ultimo lo abbiamo conquistato proprio al termine dell’ultima gara. Non ci sono molte parole da dire se non ringraziare i nostri fantastici piloti, tutto il team, tutte le persone di Ducati che lavorano a casa e ovviamente Aruba.it e tutti i nostri sponsor".

"Vorrei rivolgere un pensiero – continua Foti –a Michael (che saluta il team ndr) per questi tre anni passati insieme. Sono state tre stagioni emozionanti e gli auguriamo tutto il meglio per il futuro. Un grazie particolare va ovviamente ad Alvaro e Nicolò che sono stati gli artefici di una stagione indimenticabile".

Microfono ad Alvaro Bautista che anche nell’ultimo appuntamento del 2023, ieri, ha spinto come un matto, nonostante avesse già in camera la coppa di campione del Mondo.

"In gara-2 mi sono divertito molto – sorride lo spagnolo –, il duello con Toprak è stato fantastico: abbiamo combattuto in ogni curva ma sempre in modo corretto. Credo che chiunque abbia visto la gara si sia emozionato. Adesso è il momento di festeggiare anche se da subito inizieremo a pensare ai test di ddomani e mercoledì e alla wild card MotoGP in Malesia. La stagione non è ancora finita".

Ri.Ga.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su