MotoGp, dopo Marquez la Honda perde anche Red Bull: niente sponsor nel 2024

Il noto marchio fa valere la clausola dopo l’uscita di scena dello spagnolo: interruzione anticipata del rapporto. E la casa giapponese non potrà rivolgersi ad altre bibite

di MANUEL MINGUZZI -
14 novembre 2023
Marc Marquez

Marc Marquez

Bologna, 14 novembre 2023 – Red Bull ti mette le ali, ma a volte te le toglie anche. Dopo aver vinto tanto con Marc Marquez e con la Honda, il noto marchio di bibite ha deciso di rescindere il contratto con la casa giapponese con un anno di anticipo. L’addio dell’otto volte campione del mondo è stato propedeutico anche all’uscita di scena di Red Bull come sponsor del team ufficiale dell’ala dorata. I giapponesi non hanno potuto fare altrimenti, ben sapendo che accettando la risoluzione anticipata del contratto con Marquez ci sarebbe stata, successivamente, anche una diaspora di sponsor. Se da un lato il main partner Repsol dovrebbe rimanere almeno un’altra stagione, non sarà così per Red Bull che avrebbe già comunicato a Honda la decisione di interrompere il rapporto con un anno di anticipo.

Red Bull fa valere la clausola e Honda non potrà avere altre bibite

L’addio di Marc Marquez ha consentito a Red Bull, da sempre legata al numero 93, di far valere una clausola di uscita dal contratto con Honda con un anno di anticipo. Significa che il team ufficiale non avrà la sponsorizzazione della bibita energetica per il 2024, da capire se traslocherà sulla Ducati del Team Gresini, e non potrà procacciare sponsorizzazioni nello stesso ambito: nessun'altra potrà sostituire Red Bull il prossimo anno sulla carena Honda. D’altronde, il rapporto di Red Bull con i giapponesi era legato ai piloti di vertice e di talento e Marc Marquez è sempre stato la punta di diamante: via lui via anche lo sponsor. Un altro marchio che potrebbe ridurre la sua partnership con Honda è anche Estrella Galicia, nota birra, ma i giapponesi sarebbero in grado di sopperire alla mancanza dei ricavi da sponsor grazie al risparmio sull’ingaggio di Marquez. Sono circa 15 milioni che Honda risparmierà e che permetterà di non ricevere scossoni a bilancio dall’uscita di un paio di sponsor. Honda dunque senza il numero 93 e senza Red Bull, per una svolta epocale che passa anche da Luca Marini, sempre più promesso sposo al team ufficiale come compagno di Joan Mir. Il fratello di Valentino potrebbe dunque diventare il successore di Marquez, in una specie di eterno duello tra il Dottore e lo spagnolo che dal 2015 in avanti non si è mai realmente sopito. La benedizione della scelta è arrivata da Marquez stesso 'Luca va forte, se lo merita', mentre la VR 46 Academy sarà chiamata a trovare un sostituto. Ad oggi l’indiziato principale è Fermin Aldeguer, protagonista in Moto 2 con la Boscoscuro e reduce da quattro podi consecutivi. A soli 18 anni si candida al grande salto con Vale Rossi come capo e mentore di una Academy che proseguirà a sfornare talenti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su