Atp finals 2023, Medvedev batte Zverev in 2 set

Seconda vittoria per il russo, che liquida il tedesco prima di prepararsi al big match contro Alcaraz

di GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO -
15 novembre 2023
Daniil Medvedev (Ansa)

Daniil Medvedev (Ansa)

Torino, 15 novembre 2023 - Dopo aver vinto il derby russo contro Andrey Rublev, Daniil Medvedev si aggiudica anche il mezzo derby con Alexander Zverev, battuto in 2 set. Il primo, il più combattuto, termina al tie-break con il punteggio di 7(9)-6(7): il tutto dopo una frazione aperta da un break proprio del numero 3 del ranking Atp, che sale così al comando del Gruppo B delle Atp Finals 2023. I rimpianti in realtà appartengono anche al tedesco: la fotografia perfetta è l'ultimo game, quello in cui un proprio errore spiana la strada al russo, che nell'ultimo turno sfiderà Carlos Alcaraz. Zverev, numero 8 del ranking Atp, se la vedrà invece con Rublev, protagonista della sconfitta del pomeriggio: con tanto di racchettate sul ginocchio sinistro. Immagini che hanno fatto il giro del mondo, facendo anche discutere e dividendo. Così come ha diviso la prestazione di Medvedev, convincente fino alle solite amnesie che spianano la strada al ritorno del rivale: in questo caso Zverev, che batte bene e fa quel che può prima di soccombere dopo 1 ora e 47' di gioco, di cui gli ultimi 43' frutto del 6-4 sancito dal secondo e decisivo set.  

Primo set

  Alla battuta va Zverev, che pronti, via e incassa il break di Medvedev, che difende tutto il difendibile e poi di dritto si porta subito in vantaggio: male invece il tedesco, che sbaglia prima con il rovescio e poi con il dritto. Il russo va a servire per difendere il break e lo fa con una seconda vincente. Alla battuta torna Zverev, che prima incassa il dritto di Medvedev e poi si scatena con il primo ace della partita: poi proprio il russo sbaglia il dritto e consegna il game al rivale, che resta così in scia. Medvedev si riscatta subito con un 40-0 che vale il 3-1. Il game successivo è molto più combattuto: Zverev apre con un ace, il secondo della partita e e chiude con una smorzata di rovescio. E' il sintomo della crescita del tedesco, che nel game seguente va a caccia del controbreak: la missione riesce grazie a un contropiede di rovescio e a un doppio fallo di Medvedev, che ai vantaggi commette un grave errore di dritto che vale il 3-3. Zverev vola sulle ali dell'entusiasmo e piazza un ace prima del dritto lungolinea che vale il 40-0: il tedesco sbaglia il dritto, ma con un rovescio lungolinea a chiusura di uno scambio lunghissimo riesce a portare a casa il game. Medvedev cresce al servizio e proprio grazie a un ace, il primo della sua partita, si porta sul 4-4. L'equilibrio rimane anche nel game seguente, che vede Zverev volare presto sul 30-0: il russo replica con un dritto lungolinea, ma il tedesco cresce in battuta e con un ace firma il 5-4, garantendosi almeno il tie-break. E' proprio lo scenario che sembra profilarsi allorché Medvedev vince il suo turno in battuta, chiuso da un ace e da una prima vincente. Al servizio torna Zverev, che usufruisce anche di un gravissimo errore di dritto del russo, che poco dopo si riscatta con un dritto che tuttavia non serve a evitare che il game, tramite una prima vincente, si indirizzi verso il rivale. Un set così tirato non può avere altro epilogo che il tie-break, che si apre con un punto di Zverev nonostante una grande risposta di Medvedev: il tedesco vola sul 2-0 grazie a un errore di rovescio del russo, che resta in scia con una prima vincente. Zverev vola sul 3-1 grazie a un grande attacco di rovescio lungolinea: il 4-1 arriva con un dritto vincente, ma subito dopo il tedesco sbaglia e consegna il secondo punto al russo, che piazza una prima e poi impatta con un rovescio. Zverev torna in vantaggio con un servizio e un rovescio al volo, ma Medvedev pareggia con una smorzata. Il tedesco vola sul 6-5 dopo uno smash fallito dal russo, che impatta con un gran servizio: Zverev replica con il medesimo fondamentale prima di incassare la prima vincente di Medvedev, che si porta sull'8-7 grazie a un errore di dritto del rivale, che cade per mano di un grande passante di dritto dopo 1 ora e 4' di gioco.

Secondo set

Sulle ali dell'entusiasmo, Medvedev riparte con un 40-0, chiuso da un ace: Zverev ne colleziona due e si porta sull'1-1 prima di commettere diversi errori che spianano la strada al russo, che si porta sul 2-1. Il tedesco replica con un netto 40-0 frutto di un ottimo turno in battuta: lo stesso fa il russo, che chiude con un rovescio, preceduto prima da un ace e poi da un doppio fallo. Zverev mette a referto un 40-0 a cui replica Medvedev, che batte bene e con un ace firma il 4-3 nonostante un dritto sballato e un rovescio in rete. Il tedesco resta in scia con un ace, un rovescio e un colpo che finisce dritto sulla riga: il tutto dopo un grande tentativo di rimonta del russo, che salva ai vantaggi il suo turno in battuta con un gran rovescio. E' di fatto il possibile punto di svolta del set e dell'intera partita, perché Zverev va a servire per restare nel match: la missione fallisce, perché un grande Medvedev chiude il set dopo 43' di gioco e l'intero match dopo 1 ora e 47'.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su