Atp Finals, troppo Alcaraz per Rublev: lo spagnolo vince in due set

Lo spagnolo si rilancia e batte il russo in due set. Ora attende il risultato di Medvedev-Zverev nella corsa alle semifinali

di MANUEL MINGUZZI -
15 novembre 2023
Carlos Alcaraz

Carlos Alcaraz

Torino, 15 novembre 2023 - Un solido Carlos Alcaraz ha sconfitto agilmente Andrey Rublev nel secondo match del gruppo rosso delle Atp Finals di Torino. La calma dello spagnolo ha avuto la meglio sulla furia del russo, letteralmente uscito dal campo dopo il break subito nel primo set. Per il numero due del mondo vittoria veloce per 7-5 6-2 e ora attende il risultato del match serale tra Daniil Medvedev e Alexander Zverev nella corsa alle semifinali. Rublev è già eliminato ma più di ogni altra cosa dovrà lavorare sulla sua mente per alzare il livello dei risultati.

Rublev esce di scena a fine primo set, Alcaraz domina

L’inizio di partita è abbastanza chiaro, così come il piano tattico, Rublev gioca con l’intento di comandare lo scambio, aggredire con i colpi di rimbalzo per prendersi subito un vantaggio in attacco, Alcaraz cerca invece di impedirglielo e sfruttare la sua conclamata solidità, fatta di pochi errori e la straordinaria capacità di tramutare una situazione difensiva in offensiva. Il campo veloce, come normale che sia, premia i servizi e così per i risponditori non ci sono grandi occasioni: il punteggio, tra una bordata e l’altra dei due contendenti, segue l’andamento dei servizi fino al quattro pari. Qui arriva la prima opportunità per chi risponde con Alcaraz che riesce a spingersi a palla break aggredendo con il diritto incrociato. Rublev annulla con l’ace a 212 km/h e alla fine si salva, ma dura poco. Infatti, sul cinque pari, Alcaraz riesce a issarsi a palla break con una buona aggressione su una seconda palla decisamente lenta di Rublev. Stavolta, invece dell’ace, il russo spara un rovescio in corridoio e concede il break all’avversario. Sul 6-5 per Alcaraz c’è anche un errore del giudice di linea che toglie un punto già fatto a Rublev, è sufficiente per far perdere le staffe e così lo spagnolo agilmente chiude il primo parziale per 7-5. Rublev va in difficoltà sul servizio anche a inizio secondo set con Alcaraz che sfrutta due errori per salire a palla break. Lo spagnolo deve solo tenere in campo la palla infatti ci pensa il russo a sparacchiare fuori il diritto e poi ad autoinfliggersi sul malcapitato ginocchio una serie di colpi con la racchetta con tanto di sanguinamento. Pazzia allo stato puro. Tra urlacci e disperazione Rublev di fatto esce dalla partita, in preda ad una crisi di nervi implacabile. Alcaraz sale due a zero e inizia anche a sfoderare i suoi proverbiali colpi impossibili, dall’altra parte Rublev inizia i suoi monologhi e il punteggio ne è diretta conseguenza: 4-2. È il preludio alla sconfitta che arriva poco dopo con il secondo break, stavolta a zero, conquistato da Alcaraz e la chiusura nel game successivo. Di fatto è come se la partita fosse finita sul cinque pari del primo set con il break che ha fatto impazzire Rublev e volare Alcaraz. Lo spagnolo, dunque, riscatta la sconfitta all’esordio e si rilancia per la semifinale vincendo per 7-5 6-2 dopo 1h14’. Per Carlos, all’ultima partita del girone, potrebbe essere scontro da dentro o fuori con Daniil Medvedev. Rublev è già eliminato.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su