Giocheremo insieme, il pubblico sarà al nostro fianco

Il ct dell'Ucraina, Sergyi Rebrov, alla vigilia del match contro l'Italia, sottolinea l'importanza della partita e conta sull'appoggio del pubblico. Ha esaminato ogni possibilità e spera di vincere, ma sa che l'Italia può giocare in contropiede. Test a porte chiuse con il Lechia Danzica, lavoro con la squadra e atmosfera piacevole.

19 novembre 2023
Rebrov, faremo la partita e il pubblico sarà con noi

Rebrov, faremo la partita e il pubblico sarà con noi

Alla vigilia della sfida decisiva di domani a Leverkusen contro l'Italia, il ct dell'Ucraina, Sergyi Rebrov, non nasconde l'importanza di questo appuntamento, per il quale conta anche sull'appoggio del pubblico, che secondo lui sarà schierato dalla parte dell'Ucraina. "Abbiamo lavorato sugli errori delle partite precedenti - afferma - e sappiamo che domani sarà un'altra storia. Lo stadio sarà pieno e tutti faranno il tifo per noi. Vogliamo la vittoria, ma sappiamo che all'Italia va bene anche il pareggio e questo può influire sull'andamento della gara. Abbiamo esaminato ogni possibilità, tenendo presente che l'Italia sa disimpegnarsi bene in ogni modo, è una squadra intensa e con alcuni titolari che per noi saranno una minaccia. Ci regoleremo anche in base al loro atteggiamento di squadra, ma sono sicuro che la partita dovremo farla noi. Vedremo cosa succederà". Intanto c'è stato il test a porte chiuse con il Lechia Danzica. "Sono soddisfatto - conclude Rebrov - che nessuno si sia infortunato, così abbiamo potuto continuare a lavorare in modo normale. Io lavoro da poco con questa squadra ma c'è un'atmosfera che mi piace: quando si gioca in nazionale c'è un altro modo di pensare rispetto a quando sei con il club".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su