Parigi 2024: russa Yuliya Efimova ottiene status neutrale

"Ma ora è difficile ottenere i tempi di qualificazione"

15 giugno 2024
Parigi 2024: russa Yuliya Efimova ottiene status neutrale

Parigi 2024: russa Yuliya Efimova ottiene status neutrale

Yuliya Efimova è diventata la prima nuotatrice russa a godere dello status di atleta individuale neutrale per le Olimpiadi di Parigi, anche se lei stessa ha ritenuto che avrebbe avuto difficoltà a qualificarsi in tempo. La sestupla campionessa del mondo e tripla medaglia olimpica a Londra-2012 (200 m, bronzo) e Rio-2016 (100 e 200 m, argento), ha ricevuto lo status di nuotatrice neutrale per Parigi dal World Aquatics. Il Comitato olimpico internazionale (CIO) autorizza a titolo individuale gli sportivi russi e bielorussi a partecipare sotto bandiera neutrale ai Giochi, alle condizioni di non aver apertamente sostenuto l'offensiva in Ucraina lanciata dalla Russia nel febbraio 2022 e di non essere membro di un club legato alle forze di sicurezza. Efimova, 32 anni, ha dichiarato che avrebbe difficoltà a rispettare la scadenza per le qualificazioni alle Olimpiadi, fissata al 23 giugno, e che, non avendo un visto per l'Europa, non poteva partecipare a prove in cui avrebbe potuto qualificarsi. "Mi hanno dato lo status neutrale oggi ma è un grosso problema non avere abbastanza tempo per le qualifiche internazionali. Le competizioni terminano tutte il 23 giugno - o si sono svolte o si terranno la prossima settimana". "La cosa più importante è che World Aquatics ha esaminato rapidamente la mia candidatura e che mi sostiene affinché possa partecipare alle Olimpiadi. Ma non ho un visto per l'Europa e non ho accesso alle qualifiche internazionali, che stanno tutte finendo", ha aggiunto. Il presidente della Federazione russa di nuoto, Vladimir Salnikov, ha detto all'agenzia di stampa statale Tass che spetta a ogni nuotatore chiedere lo status neutrale e che la Russia non ostacola la loro strada.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su