E all’improvviso Modena si spegne. L’ira di Petrella non sveglia i gialli

L’involuzione della Valsa Group contro Monza: è mancata la reazione che aveva portato ai due successi .

di ALESSANDRO TREBBI -
6 novembre 2023
E all’improvviso Modena si spegne. L’ira di Petrella non sveglia i gialli

E all’improvviso Modena si spegne. L’ira di Petrella non sveglia i gialli

L’unico scatto di rabbia, di agonismo, arriva sull’11-16 del terzo set. A produrlo è il tecnico, Francesco Petrella, a seguirlo nessuno. Quello che lascia più perplessi della prestazione di una Valsa Group mai in grado di opporre resistenza a una Monza aggressiva in battuta e ordinatissima in seconda linea, è proprio l’aspetto caratteriale, quella mancanza di reazione e quell’incapacità di sopperire con gli attributi alle inevitabili mancanze di gioco dell’inizio di stagione, aspetti che invece avevano caratterizzato le prime due uscite stagionali ed erano bastati per ribaltare le partite con Milano e Verona. Forse ieri non sarebbe stato sufficiente l’orgoglio, contra una Monza che ha avuto nel libero Gaggini il vero mvp e che ha attaccato con un complessivo 66% mettendo giù anche 10 ace. Il fatto che però sia mancato così, completamente e improvvisamente, è qualcosa di inaspettato. Anche per coach Francesco Petrella, che dopo lo sfogo di frustrazione sul finale di partita è rimasto impietrito a bordo campo a seguire le ultime meste azioni dei suoi. Poco da salvare nella prestazione complessiva di Modena, forse l’inizio di partita di Sapozhkov e l’ingresso di Davyskiba, l’unico che ha provato a metterci del proprio. Per il resto sono mancate la ricezione, in Federici e Rinaldi soprattutto, è mancata la precisione di un Bruno e Juantorena è parso per la prima volta dall’inizio di stagione in difficoltà. La prossima avversaria sarà Perugia: un match da affrontare senza peso sulle spalle.

La partita. Gli ospiti partono meglio e volano 3-6 facendo male dal servizio con Takahashi e Szwarc, Modena sta attaccata a -1 salendo di tono nel gioco, ma la differenza in battuta è abissale. Il terzo ace di squadra firmato da Takahashi vale il 15-19, poi Maar firma il +5 e Galassi ferma Rinaldi, con Monza che prende il largo fino al 19-25. L’inizio positivo per Modena nel secondo è dettato dal ritmo del duo Rinaldi-Juantorena (6-4) ma Monza ri-sorpassa con le battute tattiche di Cachopa (7-10). Doppio ace di Takahashi per il 15-21 che diventa di nuovo 19-25. Nel terzo Petrella riparte con Davyskiba per Juantorena come nel finale del secondo set, gli ace di Rinaldi e Sanguinetti valgono il 5-3, ma un altro ace, di Maar, serve l’immediato pareggio. Due errori diretti valgono il 7-9 Monza. Rinaldi ancora out, con Monza che vola a +3 e poi a +4 con l’ace di Szwarc. Petrella chiama un time out carico d’ira sull’11-16: nessun effetto. Monza vince col terzo 19-25.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su