La Sir Susa Vim Perugia si gode la Supercoppa. Lorenzetti: "Siamo stati più bravi degli altri"

I Block Devils portano a casa il primo trofeo della stagione. Il tecnico guarda avanti: "Abbiamo tutti grandi margini di miglioramento"

di ALBERTO AGLIETTI -
3 novembre 2023
La Sir Susa Vim Perugia si gode la Supercoppa. Lorenzetti: "Siamo stati più bravi degli altri"

La Sir Susa Vim Perugia si gode la Supercoppa. Lorenzetti: "Siamo stati più bravi degli altri"

La supercoppa italiana sarà pure un trofeo minore, ma a perdere non ci sta nessuno, chiedere alla Sir Susa Vim Perugia per avere conferme. Era quasi un anno che i block-devils non trionfavano, dal mondiale per club, e sembrava un’eternità. A riportarli a vincere è stato il tecnico Angelo Lorenzetti che, ha detto: "La nostra partita è stata abbastanza continua come rendimento, la battuta forse ha fatto un po’ più danni dopo i primi due set. Abbiamo tutti grandi margini di miglioramento, noi però dobbiamo iniziare un percorso. Questa coppa ci dice che in questi due giorni siamo stati più bravi degli altri, aiutati anche da un pizzico di fortuna, dentro questa supercoppa è bene metterci parole di soddisfazione ma non di valore assoluto, da domani si riparte da zero a zero. La vittoria non dà alcuna rendita e nessun valore assoluto per le prossime manifestazioni. Dobbiamo scioglierci un po’, qualche atleta deve togliersi di dosso le paure ed i fantasmi che aveva, e noi dobbiamo aiutarli a trovare le risposte giuste. Vincere è un bel deodorante ma quando il profumo va via si può sentire qualche cattivo odore, bisogna guardare cosa c’è da migliorare perché il livello è altissimo e molti ragazzi vengono da estati massacranti".

Il simbolo della inversione di tendenza è forse anche il centrale argentino Sebastian Solé che nella seconda metà di gara è cresciuto: "Sono contento della fiducia che mi ha dato Giannelli, qualche volta non si riesce ad avere l’efficacia che si vuole, ma stavolta è andata bene. Dopo due set sembravamo cotti, ma lo sport è così, siamo riusciti a trovare la chiave del match e a crescere prendendo le misure agli avversari e abbiamo compiuto una bella rimonta. Al centro abbiamo fatto fatica a contenerli. In questa competizione siamo stati i migliori, ora si volta pagina e si pensa al futuro. Perugia ha un grande organico e pedine intercambiabili, quando tutti funzionano è facile, ma se uno non va e c’è un compagno che può dare una mano è bello".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su