Lube, l’analisi del dg Cormio. "Ritengo Perugia la più forte di tutti. Ma ora siamo pari, lo dice il campo»

8 novembre 2023
"Ritengo Perugia la più forte di tutti. Ma ora siamo pari, lo dice il campo"

"Ritengo Perugia la più forte di tutti. Ma ora siamo pari, lo dice il campo"

"Perugia la considero la squadra più forte di tutte, ma le due gare ravvicinate hanno detto che Lube e Sir sono alla pari. Almeno in questo momento". Giuseppe Cormio, direttore generale della Lube, si mostra soddisfatto dopo il palpitante successo per 3-2 che i vice campioni d’Italia hanno conseguito domenica nella terza giornata di SuperLega.

Direttore, fortuna che non era una partita di playoff, avrebbe messo a repentaglio le coronarie per intensità e durata.

"Devo dire che io l’ho vissuta più serenamente del solito, in fondo siamo alle primissime fasi di una stagione lunga e la regular season la decide poco o nulla. Io lavoravo per Cuneo quando un set tra Alpitour e Sisley finì 52-54, il record di sempre".

Era importante comunque imporsi per rispondere alla vittoria perugina in Supercoppa. E poi perché perdere con gli umbri senza Leon poteva scoraggiare l’ambiente?

"Non direi perché Plotnytskyi lo ha sostituito disputando un’ottima partita, non so quante volte Leon in Italia si sia espresso ai livelli dell’ucraino domenica. Abbiamo battuto la miglior Sir e ricordo che abbiamo Yant appena rientrato e Anzani che deve raggiungere la condizione".

Due partite in cinque giorni ed epilogo sempre al tie-break. Curiosamente in Supercoppa la Lube ha avuto sei match ball che Perugia ha annullato nel quarto set, a Civitanova è accaduto esattamente l’opposto nel quinto set.

"In questo momento la cosa importante è che siamo al loro stesso livello. Per esperienza dico che spesso capita che chi ha più match point finisce poi per perdere".

Come commenta la super prova del nuovo bomber Lagumdzija?

"È stato bravissimo, siamo certi delle sue grandi capacità, in questo momento è un po’ macchinoso ma è normale che non abbia velocità considerata la stazza. E tutta la squadra non poteva essere brillantissima ricordando che da domenica a domenica abbiamo giocato 4 volte e passato una notte in viaggio tornando da Biella".

Domenica all’Eurosuole Forum oltre 3.000 spettatori: forse il trend degli ultimi anni sta cambiando?

"Vedremo, la risposta di pubblico è stata soddisfacente e anzi mancavano un centinaio di tifosi umbri rispetto al solito e la diretta su RaiSport ne ha tenuti a casa altri. Al di là dei numeri mi è piaciuta la correttezza delle due parti e il fatto che i nostri tifosi ci hanno sempre sostenuto con calore anche nel 4° set quando siamo scomparsi".

Domenica la trasferta di Milano contro l’Allianz a sorpresa ultima senza vittorie. È il momento di trovare continuità e sfruttare le difficoltà altrui?

"Sì, dobbiamo pensare a fare più punti possibile, è importante vincere anche per tenerla a distanza di sicurezza. In queste prime tre partite ha avuto l’handicap di giocare senza Porro in regia ma il ragazzo dovrebbe rientrare proprio contro di noi. Milano secondo me è fortissima e completa avendo aggiunto Dirlic, una stella come Kaziyski e attenzione a Reggers che ha un gran futuro davanti".

Andrea Scoppa

Continua a leggere tutte le notizie di sport su