L'Italia del rugby scrive la storia. Espugnato il Galles con tre fiorentini in campo

Miglior 'Sei Nazioni' di sempre per la nostra Nazionale, finalmente in grandissima crescita. In campo Niccolò e Lorenzo Cannone, ma anche Lorenzo Pani che si è tolto la soddisfazione di segnare una meta spettacolare. Tutti e tre sono nati a Firenze

di ALESSANDRO LATINI -
16 marzo 2024
I fratelli Cannone al Franchi (Foto tratta da Instagram)

I fratelli Cannone al Franchi (Foto tratta da Instagram)

Firenze, 16 marzo 2024 - L'Italia del rugby ha scritto la storia e mai come oggi la nazionale della palla ovale parla fiorentino. Nel XV che ha sconfitto il Galles a Cardiff (24-21 il finale) ben tre azzurri sono nati a Firenze. I fratelli Cannone sono ormai colonne di una squadra in grandissima crescita, oggi la scena se l'è presa però Lorenzo Pani, ottava presenza in Nazionale con una meta che non dimenticherà mai. Anche perché Pani ha sostituito nella formazione titolare Ange Capuozzo (infortunato ad un dito della mano), estremo che è un po' il simbolo di questa bella Italia plasmata in pochi mesi dal Ct Gonzalo Quesada.

La certezza è che quello che si è concluso oggi è il miglior Sei Nazioni della storia per l'Italia, che chiude con due vittorie (Scozia a Roma e oggi appunto il Galles in trasferta) oltre che col prestigioso pareggio contro la Francia, col rammarico del palo colpito all'ultima azione del match. Oggi però è un rammarico relativo. Anzi, esalta quel che hanno fatto i ragazzi di Quesada. Il cucchiaio di legno va così al Galles, l'Italia non solo se ne sbarazza, ma per la prima volta da troppi anni manda segnali fortissimi alle proprie avversarie. Italia fisicamente impressionante, dominante oggi per larga parte del match contro i gallesi, quasi irriconoscibili anche nei loro leader. Azzurri mentalmente centrati, organizzati. Risposta roboante a chi aveva messo in dubbio la presenza della nostra Nazionale su un palcoscenico di questo livello.

Lorenzo Cannone con la maglia della Fiorentina
Lorenzo Cannone con la maglia della Fiorentina

E come dicevamo in precedenza, questa bellissima squadra parla eccome fiorentino. Niccolò Cannone e Lorenzo Cannone giocano entrambi nel Benetton Rugby, da poco hanno rinnovato il contratto fino al 2026. Ma chiaramente sono cresciuti in realtà fiorentine. Niccolò è nato a Firenze il 17 maggio 1998 e ha cominciato a giocare a rugby all’età di 14 anni nel Bombo Rugby. Successivamente è passato al Florentia Rugby per poi spiccare il volo. Il fratello Lorenzo è un classe 2001, è un terza linea in grado di giocare sia da numero 8 che da flanker. Lorenzo ha seguito le orme rugbistiche del fratello maggiore. Anche lui è cresciuto nel Bombo Rugby Firenze e nel Florentia Rugby. Cresciuti all'Isolotto, sono già ben conosciuti dagli sportivi fiorentini. Lo scorso giugno sono stati 'Magnifici Messeri' nella sfida del Calcio Storico tra i Verdi e i Rossi. Oggi giocano a Treviso, ma una loro dichiarazione dello scorso giugno la dice lunga sulle origini: «Per noi Firenze è vita. È un legame forte. Qui abbiamo le nostre radici, i nostri affetti, la nostra famiglia». Il terzo, dicevamo, è Lorenzo Pani. Ancora più giovane, è un classe 2002. Fiorentinissimo, gioca nelle Zebre Parma. Ha sostituito Capuozzo alla grandissima. Firenze può godersi tre atleti che oggi hanno scritto la storia del rugby italiano.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su