La Mercedes si ’vendica’ per Lewis. Wolff prende i tecnici della Ferrari

Resta e Sampò passeranno alla scuderia tedesca dal 2026. Stanotte alle 2,30 via alle libere in Australia

di LEO TURRINI -
21 marzo 2024
La Mercedes si ’vendica’ per Lewis. Wolff prende i tecnici della Ferrari

Simone Resta era stato spostato dalla Ferrari alla Haas: lo ha ingaggiato la Mercedes

Tu mi porti via il pilota dei record, alias Lewis Hamilton, con probabile codazzo di miei ingegneri pronti a fare rotta su Maranello? E io ti rispondo chiamando in Mercedes due tuoi tecnici di assoluto spessore. Vedremo poi nel 2026 (il 2025, con lo stesso regolamento, pare destinato ad essere un altro anno targato Red Bull) chi ha avuto ragione…

Alla vigilia del Gran Premio di Australia, tra Italia e Germania volano gli stracci (e i contratti). A dimostrazione che magari in F1 ci si annoia in pista.

Ma fuori proprio no!

Resta non resta. Toto Wolff, il capo delle Frecce d’Argento, ha sottratto al Cavallino il progettista Simone Resta e il responsabile delle attività al simulatore Enrico Sampò. La coppia inizierà a lavorare per Mercedes dal 2025, in ossequio alla clausola del divieto di concorrenza.

Dei due il più noto è Resta. Romagnolo, scuola Minardi, era un giovane…apprendista ai tempi d’oro di Schumi. Poi ha contribuito alla realizzazione delle monoposto con le quali Seb Vettel provò a lottare per il titolo nel 2017 e nel 2018. Poco gradito (eufemismo) a Mattia Binotto, era stato “esiliato” prima in Sauber e poi in Haas, team clienti della Ferrari. Tornato a Maranello, è rimasto ad aspettare una chiamata che non è mai arrivata.

Fred Vasseur, che con il tecnico italiano aveva lavorato proprio in Sauber, aveva in mente altre soluzioni. Simone ha così deciso di raggiungere in Mercedes il suo ex capo in Rosso, il britannico James Allison.

Questa di Resta che non resta è una storia bizzarra. Alcuni dicono che abbia un caratteraccio, altri lo negano. Boh.

La sua con la Ferrari è stata comunque una storia d’amore, durata ventitré anni!, che rimarrà per sempre nel suo cuore: il soggetto ho dato alla causa quello che poteva e non è il primo a non aver compreso le scelte dei vertici.

Gli ex. Detto che in F1 il cambio di casacca non è una rarità (la Ferrari ha strappato proprio a Mercedes il mago delle sospensioni Serra e ha ingaggiato dozzine di ingegneri qua e là, sempre sognando il Newey della Red Bull), è il caso di notare che spesso Toto Wolff fa la spesa…in Italia. Oltre al citato Allison, aveva vestito d’Argento il motorista Sassi e l’elettronico Tortora. Bravi ma perdenti (solo a Maranello, eh).

In pista. Intanto stanotte alle 2,30 ora italiana scattano le prove libere del Gran Premio di Australia a Melbourne. Diretta Sky.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su