Carrarese alle prese con l’affaire Oliana. Sestri Levante resiste, ma la speranza è viva

Il difensore ha contribuito alla salvezza della squadra ligure, difficile pensare che la società lo privi di approdare alla B con gli azzurri

28 giugno 2024
Carrarese alle prese con l’affaire Oliana. Sestri Levante resiste, ma la speranza è viva

Carrarese alle prese con l’affaire Oliana. Sestri Levante resiste, ma la speranza è viva

Probabile fumata nera fra Carrarese e Sestri Levante per Filippo Oliana. Da Piazza Vittorio Veneto non arrivano né conferme né smentite, ma diverse fonti riportano che i liguri abbiano risposto picche all’offerta formale presentata dai marmiferi per il difensore classe 1999. La sensazione è che comunque si stia lavorando per arrivare all’accordo, che sarebbe importante sia per gli azzurri che per lo stesso calciatore. Difficile, infatti, pensare che i rossoblu vogliano infrangere i sogni di uno dei ragazzi che più hanno contribuito alla salvezza ottenuta nell’ultima Serie C dall’Unione, ma che stiano cercando di massimizzare il profitto da un centrale di grande prospettiva, capace di passare dalla Serie D della stagione ‘22/‘23 (sempre con la maglia del Sestri) alla possibile Serie B.

Sul fronte offensivo – vista l’ormai imminente firma per il rinnovo con l’Avellino di Cosimo Patierno, accostato negli scorsi giorni agli azzurri –, spunta invece un nuovo nome. È quello di Alberto Spagnoli, attaccante attualmente svincolato a causa della mancata ammissione alla prossima Serie C da parte dell’Ancona. Con i marchigiani, nella stagione appena terminata, il classe 1994 ha segnato 15 gol e fornito 7 assist in 36 partite, chiudendo al quarto posto la classifica marcatori del gruppo B.

L’arrivo dell’ex, fra le altre, di Südtirol, Modena e Ferapisalò, avverrebbe quindi a parametro zero, fatto che ha attirato su di lui le attenzioni di diverse squadre. Le più interessate sarebbero Vicenza e Catania, che per il loro assalto alla B sognano un bomber di categoria – Spagnoli conta 269 partite, 52 gol e 32 assist in Serie C –, ma in lista ci sono anche tre delle quattro neo promosse alla serie cadetta. Oltre alla Carrarese, anche Cesena e Mantova sarebbero sulle tracce del nativo di Pordenone, che nel secondo livello del calcio italiano non ha mai giocato un minuto e che, a quasi 30 anni, può avere la sua ultima chance per il salto di categoria. Intanto gli eroi della promozione continuano a godersi le meritate vacanze e gli onori per il traguardo raggiunto. Questa volta è toccato a Marco Imperiale, terzino sinistro da 130 presenze con la maglia azzurra (42, con un gol e 2 assist, nell’ultima annata), che nella sua Partinico, in provincia di Palermo, è stato premiato per "il meritato successo ottenuto nello sport" dall’amministrazione comunale a cui il 25enne ha regalato la maglia della Carrarese.

C’è tempo infine fino alle 20 di lunedì 1 luglio per partecipare all’asta online per le maglie da gara indossate dagli uomini di Calabro in occasione della finale playoff con il Vicenza allo Stadio dei Marmi. L’intero ricavato dell’iniziativa, promossa da Sport for Children Onlus, verrà devoluto in beneficenza a varie associazioni attive nel sociale.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su