Ternana, al Liberati c’è il Como: "Possiamo divenire più forti di prima"

Oggi altra gara difficile per le Fere. Breda: "Ora ho più varianti. Io e i ragazzi non dobbiamo avere alibi"

di AUGUSTO AUSTERI -
3 febbraio 2024
Ternana, al Liberati c’è il Como: "Possiamo divenire più forti di prima"
Ternana, al Liberati c’è il Como: "Possiamo divenire più forti di prima"

La sfida con il Como conclude un segmento di calendario terribile. Le Fere provano ad archiviare del tutto la nebbiosa gara di Venezia, per tentare la replica della prestazione che ha consentito di battere il Cittadella. Il gruppo rossoverde presenta molti volti nuovi, con tutte le incognite: "E’ come se subentrassi – spiega Roberto Breda – e quando subentri devi trovare risposte immediate. Certe dinamiche non ci sono più, ma possiamo divenire più forti di prima. Non dobbiamo pensare a quello che eravamo. Dobbiamo ripartire. Fatico a giudicare la partita di Venezia, in cui per la prima volta mi sono sentito impotente. Ora non dobbiamo perdere tempo e abbiamo già trovato più situazioni da attuare. Ora ho più varianti. Io e i ragazzi non dobbiamo avere alibi". La partenza di pedine di spicco: "Non ho mai avuto l’impressione che la Società volesse monetizzare. C’era semmai il disagio di alcuni ragazzi. Per alcuni di essi sussisteva una questione economica e altri non avevano spazio. Forse, i messaggi di chiusura li ho mandati anch’io. Ma ora il mercato si è chiuso, abbiamo un bel gruppo e dobbiamo diventare una squadra in cui il leader deve essere l’idea di gioco". Le chance di salvezza: "Quando sono arrivato già ci credevo e ora siamo messi meglio. Siamo tanti là in basso e la concretezza deve essere il nostro modus operandi in un sistema incerto". Il Como: "Ha un’identità ben marcata. Vedremo da qui in avanti se si sono rinforzati o no. Provano sempre a fare la partita. Dovremo giocare da grande squadra – conclude Breda – e a livello tattico abbiamo provato due-tre situazioni". Nei 23 convocati non ci sono lo squalificato Favilli, gli infortunati N’Guessan, Marginean, Viviani e Zuberek. Prima chiamata per i nuovi arrivati Franchi, Dalle Mura, Zoia e Amatucci. Possibile esordio per Sgarbi. In caso di 3-5-2, ballottaggio Luperini-Pyyhtia. In un 3-4-1-2 vedremmo il ritorno dal primo minuto di Distefano sul fronte d’attacco. E’ intanto ufficiale la risoluzione anticipata del prestito che la Ternana aveva in essere con l’Inter per il portiere Gabriel Brazao (2000). Nel Como non ci sarà il difensore Odenthal, squalificato. Out anche il centrocampista Kone e e la punta Cutrone. Due nuovi dovrebbero esserci dall’inizio: Goldaniga nel pacchetto difensivo, Strefezza sulla trequarti. In attacco è ballottaggio Gabrielloni-Nsame. "Il presidente Nicola Guida e la Ternana Calcio in ogni sua componente – riporta il comunicato ufficiale della società rossoverde – si stringono con affetto al presidente dell’A.C. Perugia, Massimiliano Santopadre, che ha perso la mamma, la signora Elena".

COSI’ IN CAMPO.

Stadio "Liberati" ore 16.15.

TERNANA (3-5-2): Iannarilli; Sgarbi, Capuano, Lucchesi; Casasola, de Boer, Faticanti, Luperini, Carboni; Pereiro, Raimondo. All.: Breda.

COMO (4-2-3-1): Semper; Iovine, Goldaniga, Barba, Ioannou; Bellemo, Baselli; Strefezza, Verdi, Da Cunha; Gabrielloni. All.: Roberts.

Arbitro: Volpi di Arezzo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su