Volley Nations League, 3-0 alla Polonia: l’Italia di Velasco in finale contro il Giappone

Egonu scatenata, Velasco e le azzurre ribaltano il risultato della prima partita stagionale contro le polacche e si giocheranno il titolo contro le nipponiche, che hanno sconfitto 3-2 il Brasile

di DORIANO RABOTTI -
22 giugno 2024
La gioia delle azzurre

La gioia delle azzurre

Come è cambiato il sorriso del volley azzurro al femminile nel giro di meno di un anno. L’Italia è in finale di Nations League, ma soprattutto ci è arrivata dopo aver battuto tutte le big tranne una, nelle settimane in cui il gruppo di lavoro guidato da Julio Velasco con l’aiuto prezioso di Massimo Barbolini e Lorenzo Bernardi ha preso in mano la situazione della nazionale.

All’inizio del primo girone di qualificazione, la Polonia battè un’Italia ancora priva delle sue big con un netto 3-0. Ora il risultato si è ribaltato, con un terzo set umiliante per la squadra di Lavarini che nelle qualificazioni olimpiche ci aveva schiaffeggiato.

Non basta l’inserimento di Orro, Egonu e compagne a spiegare il cambio di passo. Intanto in semifinale le azzurre hanno vinto 3-0 (25-18, 25-17, 25-12) e domenica 23 alle 15.30 (diretta Dazn e Vbtv) affronterà il Giappone che ha battuto 3-2 il Brasile a sorpresa. Il Brasile è l’unica squadra che l’Italia non è ancora riuscita a battere in queste settimane, arrendendosi solo al tie-break.

Al PalaHuamark di Bangkok la parte della...leonessa l’ha fatta una scatenata Paola Egonu, tornata ai suoi livelli storici, ma anche in questo caso sarebbe sbagliato pensare che sia bastato ritrovare la leader offensiva per risolvere i problemi azzurri. Perché in realtà la crescita riguarda tanti fondamentali, soprattutto la correlazione muro-difesa che è da sempre la spia della concentrazione collettiva della squadra.

Due anni fa ad Ankara l’Italia vinse la Nations League. Domani andrà a caccia del secondo titolo della storia, con un tecnico ultrasettantenne in panchina che mancava da tanto dal volley allenato, eppure ha saputo trovare in fretta il modo per rigenerare un gruppo che deve anche fare a meno di un talento naturale come Elena Pietrini. Ma il sestetto con Orro in regia, Egonu opposto, Sylla e Bosetti schiacciatrici, Fahr e Danesi al centro e De Gennaro libero sta dando le garanzie necessarie per sognare in grande. Non solo in Nations League, perché il vero obiettivo delle azzurre è ovviamente Parigi.

Tabellino: ITALIA - POLONIA 3-0 (25-18, 25-17, 25-12)

ITALIA: Bosetti 1, Fahr 3, Orro 7, Sylla 11, Danesi 5, Egonu 22, De Gennaro (L). Antropova, Giovannini, Degradi 7. N.e: Cambi, Bonifacio, Lubian, Spirito (L). All. Velasco POLONIA: Wolosz, Czyrniańska 1, Korneluk 4, Lukasik 9, Jurczyk 2, Stysiak 11, Szczygłowska (L). Mędrzyk 6, Smarzek 2, Różański 1, Wenerska, Alagierska. N.e: Lysiak, Witkowska. All. Lavarini Arbitri: Fabrice Collados (FRA) e Myoi Sumie (JPN). Note: Durata: 20', 25', 19'. Italia: 3 a, 6 bs, 12 mv, 13 et. Polonia: 2 a, 3 bs, 1 m, 22 e.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su