La Lube va a sbattere contro Monza. I playoff scudetto sono già finiti

I brianzoli si confermano bestia nera, sconfitta in quattro set nella bella dei quarti: mai così male dal 2015

di ANDREA SCOPPA -
28 marzo 2024
La Lube va a sbattere contro Monza. I playoff scudetto sono già finiti

I brianzoli si confermano bestia nera, sconfitta in quattro set nella bella dei quarti: mai così male dal 2015

Lube

1

Monza

3

CUCINE LUBE : Chinenyeze 4, Zaytsev 5, Nikolov 19, De Cecco 2, Anzani 8, Yant 19, Balaso (L), Lagumdzija 10, Diamantini 1, Bottolo 1. N.E. Thelle, Motzo, Bisotto. All. Blengini.

MINT VERO VOLLEY MONZA: Maar 22, Galassi 6, Takahashi 18, Cachopa 1, Di Martino 5, Szwarc 14, Gaggini (L), Visic, Loeppky 5, Mujanovic, Beretta. N.E. Comparoni, Morazzini. All. Eccheli.

Arbitri: Puecher (Pd), Piana (Mo).

Parziali: 23-25 (29’), 23-25 (36’), 25-20 (31’), 22-25 (33’).

Note: spettatori 3.631; Lube battute sbagliate 10, ace 2, muri 11, ricezione 43% (perfetta 21%), attacco 54%; Mint bs 17, ace 3, muri 11, 50% (27%), 48%.

Monza si conferma la bestia nera. Dopo aver estromesso la Lube nei quarti di Coppa Italia, la Mint concede un bis ben più importante e grazie all’1-3 dell’Eurosuole Forum spazza via Civitanova dalla corsa scudetto. Seppur specializzata nelle rimonte impossibili, stavolta la Lube non è riuscita nell’impresa, ritrovandosi anzi sotto 0-2 in una gara5 assai combattuta e tesa ma che i brianzoli hanno vinto con merito, più bravi e lucidi negli episodi e dettagli cruciali. Mvp Maar, pure 6 muri per lui. Per la prima volta dal 2015 la Lube esce di scena nel primo turno playoff, una mazzata al progetto tecnico, al nuovo ciclo iniziato nell’estate del 2022. Ci sarà tempo per i giudizi, di sicuro in semifinale contro Trento ci va Monza, mentre la stagione dei biancorossi proseguirà con i playoff quinto posto, magrissima consolazione che può dare giusto il pass per la Challenge Cup.

Primo set. I due tecnici non cambiano i sestetti, novità nella Lube è l’assenza di Larizza, infortunatosi all’ultimo alla caviglia. Si procede in equilibrio, con la Mint fallace in battuta (7 errori). Proprio un ace, però, di Galassi dà agli ospiti il prezioso 21-23. Monza butta giù il 22-24, Nikolov (2/9) non sfrutta la palla per i vantaggi e Takahashi fa 0-1.

Secondo set. Ancora con l’ace, stavolta di Maar su Nikolov, Monza prova lo strappo 11-13. La battuta float di Zaytsev sorprende la Mint, poi Nikolov scuote se stesso e squadra, Civitanova recupera e se ne va col gran muro a uno di Yant su Takahashi: 19-16. Il giapponese si ritrova col servizio e la situazione è ribaltata, 19-21. Un’infrazione al palleggio di Cachopa regala il 22-22 e poi ace di Yant! Uno scambio combattuto ridà la parità a 23, proprio Yant sbaglia una ricezione facile e Maar (10 col 75%) punisce, poi Chinenyeze schiaccia largo. Serve la rimonta nella rimonta.

Terzo set. La Lube riparte cattiva e va in fuga 5-1. Monza ricuce ma Cachopa si intestardisce con Takahashi, i brianzoli si mangiano il -1 e Yant ne approfitta tra attacchi e l’ace del 17-12. La Lube riceve meglio, attacca col 70% e allunga gara5. Il neoentrato Lagumdzija passa per il 24-18, poi Galassi serve fuori.

Quarto set. Blengini riparte come aveva finito, con Diamantini e Lagumdzija. Due attacchi errati, del turco e subito dopo di Yant, favoriscono il 9-12. Ancora lui di pipe spara largo, pericoloso 14-17. Si chiude con Bottolo per Nikolov, squadra stravolta. Lagumdzija non trova il mani out, durissimo 18-22. Takahashi fa 21-24, Bottolo tocca la rete: è finita.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su