Volley, la corsa per il tricolore: attesa l’avversaria. Sir Perugia, è la nona semifinale scudetto

Il Sir Susa Vim Perugia si prepara per la semifinale dei play-off scudetto, con il riposo terminato e la squadra pronta fisicamente. Attende di conoscere l'avversaria tra Piacenza e Milano, con un passato di sfide intense e equilibrate. Alberto Aglietti racconta le emozioni vissute in passate semifinali.

22 marzo 2024
Sir Perugia, è la nona semifinale scudetto

PalaBarton pronto per il gran finale

Il riposo è trascorso velocemente, un tempo idoneo per ricaricare le batterie e per non far calare troppo la tensione alla Sir Susa Vim Perugia. La semifinale dei play-off scudetto può attendere, intanto i block-devils lavorano fisicamente per arrivare pronti all’appuntamento. Il fischio d’inizio è previsto per la domenica di Pasqua mentre i bianconeri restano in attesa di conoscere l’avversaria che uscirà dal confronto tra Piacenza e Milano con gli emiliani avanti due a uno nel computo delle vittorie e gara-quattro in programma domenica in terra lombarda. Per la squadra umbra si tratta della nona semifinale scudetto, la prima fu nel 2014 quando superò in cinque partite Piacenza. Al penultimo atto degli spareggi per lo scudetto si sono registrate sei vittorie (una con Piacenza, due con Modena, una con Trento, Civitanova Marche e Monza) e due sconfitte, entrambe contro Trento. Per ben sei volte sulle otto d’archivio la serie è terminata alla bella, a dimostrazione del grande equilibrio che regna in questa fase. Tante le partite entrate nella memoria del pubblico perugino, come quella del 2014 con Piacenza che visse di due entusiasmanti tie-break a Pian di Massiano in un palazzetto ribollente. Come quella del 2022 con Modena, una serie pazza, molto nervosa e dove il fattore campo saltò nelle prime quattro partite fino alla decisiva gara-cinque vinta in casa dagli umbri. Come la serie del 2019 con Modena, la più incredibile di tutte e nella quale in gara-tre e gara-cinque successe veramente di tutto. La terza sfida, sull’uno pari, Perugia andò sotto 10-19 prima di piazzare un parziale di 17-6 epico nel suo svolgimento. Nella decisiva quinta sfida, poi, Perugia andò di nuovo sotto di un set e 17-23 nel secondo quando capovolse tutto e si impose.

Alberto Aglietti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su